Domani al via il CdM che deciderà il piano per le riaperture

© Sputnik . Evgeny UtkinLe persone indossano mascherine protettive a Milano
Le persone indossano mascherine protettive a Milano - Sputnik Italia, 1920, 16.03.2022
Seguici suTelegram
Si va verso lo stop all’obbligo del super green pass sui luoghi di lavoro per gli ultracinquantenni, per loro potrebbe essere richiesto solo il certificato base. L'obiettivo dichiarato del nuovo decreto è quello di "aprire il più possibile", questo nonostante l'aumento dei contagi registrato negli ultimi giorni.
Quello di domani sarà un Consiglio dei Ministri decisamente importante per milioni di italiani, si va infatti verso lo stop anticipato all’obbligo del super green pass sui luoghi di lavoro per i maggiori di 50 anni, ad oggi fissato per il 15 giugno: per questi potrebbe essere richiesto di presentare solo il certificato base.
Via anche la certificazione verde per le attività all’aperto, non sarà più necessario presentare alcun documento. Per le attività al chiuso, il certificato verde rinforzato non servirà più dal 1° maggio, sarà necessario soltanto il green pass di base (vaccino, guarigione o tampone), ma sarà ancora obbligatorio indossare la mascherina.
L'obiettivo dichiarato del nuovo decreto è quello "aprire il più possibile", questo nonostante l'aumento dei contagi registrato negli ultimi giorni.
Altro nodo da sciogliere sarà poi quello di ricollocare la struttura commissariale dedicata alla pandemia, che sarà destinata a continuare la sua attività, e che molto probabilmente verrà inglobata all’interno delle competenze del ministero della Salute.
Infine, sul tavolo, anche la proposta dell’introduzione nel decreto di una clausola che possa consentire in tempi brevi la reintroduzione di misure restrittive in caso di aumento dei contagi.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала