Lavrov: lo sforzo per rilanciare l'accordo nucleare con l'Iran sta entrando in dirittura d'arrivo

© AP Photo / Vahid SalemiBandiera iraniana, Iran, Teheran
Bandiera iraniana, Iran, Teheran - Sputnik Italia, 1920, 15.03.2022
Seguici suTelegram
I colloqui per rilanciare lo storico accordo sul nucleare, che promette la fine delle sanzioni occidentali contro l'Iran in cambio di una limitazione al programma nucleare della Repubblica islamica, sono iniziati la scorsa primavera, dopo che l'amministrazione Biden ha invertito la rotta rispetto alla linea dura anti-iraniana del suo predecessore.
Il lavoro per rilanciare l'accordo sul nucleare del Piano d'azione globale congiunto è entrato in dirittura d'arrivo, ha cosi' affermato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

"Sono fiducioso che le prospettive possano essere ancora più impressionanti, considerando tra le altre cose, che siamo entrati in dirittura d'arrivo su di un accordo per riprendere il Piano d'azione globale finalizato a risolvere la situazione attorno al programma nucleare iraniano", ha dichiarato Lavrov martedì a Mosca, parlando con il suo omologo iraniano, il ministro degli Esteri Hossein Amir-Abdollahian.

Il ministro degli Esteri russo ha indicato che i due Paesi stanno “preparando nuovi documenti volti a formalizzare” un nuovo livello di cooperazione.
Nonostante "fattori noti", volti a fare pressione sulla cooperazione tra i due paesi, ha affermato Lavrov, "il nostro fatturato commerciale è in costante crescita con un ritmo record. Lo scorso anno è aumentato di quasi l'80%, superando i 4 miliardi di dollari".
Il diplomatico russo ha anche espresso gratitudine a Teheran per la sua "posizione oggettiva su ciò che sta accadendo", facendo riferimento all'operazione militare russa in corso in Ucraina.

"Discuteremo di un ulteriore coordinamento delle nostre azioni riguardo alla Siria, all'interno del formato Astana, di altri punti di crisi in Medio Oriente ed in Nord Africa e parleremo anche dell'Afghanistan, che richiede la nostra piena attenzione. Voglio anche notare che noi [russi - ndr] apprezziamo il nostro dialogo confidenziale e la vostra posizione obiettiva su ciò che sta accadendo in Ucraina", ha dichiarato Lavrov.

Il ministro degli Esteri russo ha sottolineato che la cooperazione in materia d'affari internazionali ha sempre occupato un posto significativo nei rapporti tra Mosca e Teheran.
Il ministro degli Esteri Amir-Abdollahian ha affermato che i suoi colloqui con Lavrov includeranno discussioni sul proseguimento degli accordi raggiunti tra il presidente russo Vladimir Putin e il presidente iraniano Ebrahim Raisi durante la sua visita a Mosca a gennaio, nonché sulla situazione in Ucraina e sul nuovo scenario degli affari regionali e internazionali.
Amir-Abdollahian ha affermato che l'Iran non può rimanere indifferente agli eventi in Ucraina, affermando che Teheran si auspica la fine di tutti i conflitti nel mondo, sia in Ucraina, che in Afghanistan o in Yemen, e ha aggiunto anche che la Repubblica islamica condanna la politica delle sanzioni unilaterali.

L'accordo sul nucleare iraniano

L'Iran ha espresso la volontà, alla fine del mese scorso, di "concludere immediatamente un buon accordo" con le controparti occidentali del JCPOA e gli Stati Uniti, se questi ultimi fossero disposti a "mostrare una reale volontà". I negoziati sono stati sospesi la scorsa settimana, per il sequestro da parte degli Stati Uniti di una coppia di petroliere greche caricate con 38 milioni di dollari di petrolio iraniano. Secondo quanto riferito, i negoziati sono stati ostacolati anche dalla richiesta della Russia di garanzie scritte da parte degli Stati Uniti che le sue sanzioni contro Mosca non influiranno sul commercio con l'Iran.
La classe politica israeliana ha espresso preoccupazione per la possibile ripresa del JCPOA, con alti funzionari, tra cui il primo ministro Naftali Bennett, che hanno ripetutamente avvertito che Tel Aviv non sarebbe vincolato dai termini dell'accordo. Negli Stati Uniti, lunedì i repubblicani del Senato hanno scritto al presidente Biden una lettera, avvertendo che non avrebbero sostenuto il ripristino dell'accordo.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала