- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

MdD russo: distrutte le principali postazioni dei neonazisti nelle aree residenziali di Mariupol

© Sputnik . Ramil Sitdikov / Vai alla galleria fotograficaMinistero della Difesa della Federazione Russa a Mosca
Ministero della Difesa della Federazione Russa a Mosca - Sputnik Italia, 1920, 14.03.2022
Seguici suTelegram
Il ministero della Difesa russo riferisce che le forze della DPR, con il supporto dell'esercito russo, hanno annientato le postazioni di fuoco dell'esercito ucraino e delle formazioni neonaziste alla periferia di Mariupol.
Il ministero della Difesa russo riferisce che oggi, con il supporto dell'esercito russo, quasi tutti i punti di fuoco neonazisti nella periferia di Mariupol sono stati distrutti dalle forze della DPR, le forze speciali hanno liquidato le principali forze di neonazisti in aree residenziali aree lungo il perimetro della città.
L'operazione di sblocco della città ha permesso oggi dalle ore 15:00 di aprire corridoi umanitari per l'uscita dei civili e l'inizio dell'evacuazione di massa della popolazione, da tempo tenuta in ostaggio dai neonazisti.

Per l'evacuazione dei residenti di Mariupol sono state formate 4 colonne con un numero totale di 200 autobus, di cui 50 sono già arrivati ​​a Mariupol. Tutti i residenti volontari di Mariupol saranno portati in centri di accoglienza temporanea.
Convogli con aiuti umanitari sono stati inviati alla cittadina. Il primo convoglio è già arrivato a Mariupol e ha consegnato 450 tonnellate di medicinali, generi di prima necessità e cibo.
Il ministero riferisce che Melitopol e Kherson sono ora sotto il pieno controllo delle forze armate, senza riportare problemi alla popolazione per rifornimenti, cibo e nell'assistenza ai residenti, in tutte le principali città dell'Ucraina.
Il ministero riferisce che "uomini tra i 18 e i 60 anni di età sono costretti sotto minaccia a partecipare ai battaglioni di difesa territoriale".
"Dei 10 corridoi umanitari proposti per permettere l'evacuazione dei civili dalle zone oggetto dell'operazione, solo 3 sono state accettate dalla controparte ucraina, nessuno in direzione della Russia", riferisce ancora il ministero.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала