Corea del Nord ha in programma un altro test missilistico ICBM "questa settimana"

© Sputnik . Iliya PitalevAlla parata militare a Pyongyang, Corea del Nord.
Alla parata militare a Pyongyang, Corea del Nord. - Sputnik Italia, 1920, 14.03.2022
Seguici suTelegram
La Corea del Sud e gli Stati Uniti hanno annunciato che la Corea del Nord starebbe preparando un altro test del sistema missilistico balistico intercontinentale (ICBM) al più presto questa settimana, stando a quanto riportato stamane dall'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap.
Secondo fonti dell’agenzia sudcoreana, i segni dell'imminente test sarebbero emersi dopo che Pyongyang è stata accusata di aver testato nuovi sistemi di missili balistici intercontinentali il 27 febbraio e il 5 marzo. Funzionari della Corea del Sud e degli Stati Uniti sospettano che il missile da testare sarà l'ICBM Hwasong-17, rivelato durante una parata militare nell'ottobre 2020.
"Anche se non possiamo dire con certezza quando verrà lanciato il missile, stiamo tenendo sotto controllo la possibilità", ha affermato una fonte governativa anonima.
Si prevede che il periodo di lancio previsto sarà influenzato dal tempo e da altri fattori, secondo il rapporto. Fonti avrebbero notato che se la Corea del Nord si starebbe portando avanti con i preparativi e che per il lancio potrebbe venire utilizzato un lanciatore erettore di teletrasporto (TEL) per utilizzare come poligono l'aeroporto di Sunan, che è stato il sito dei due test precedenti.
In precedenza, i missili erano stati lanciati ad alto angolo dall'aerodromo e, secondo quanto riferito, erano stati regolati per seguire la traiettoria di un missile balistico a medio raggio. Secondo l'esercito sudcoreano, il missile lanciato il 27 febbraio ha volato per circa 300 chilometri a un'altezza di 620 chilometri, mentre quello lanciato il 5 marzo ha percorso circa 270 chilometri e aveva un'altitudine massima di 560 chilometri.
Dopo i colloqui tra il leader della Corea del Nord, Kim Jong-un, e l'allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump a fine giugno 2019, la RPDC aveva annunciato una moratoria sui missili balistici a lungo raggio e sui test nucleari. Kim, tuttavia, un anno dopo dichiarò di non essere più vincolato da quell’accordo verbale non vincolante.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала