- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Accordo russo-ucraino potrebbe richiedere approvazione del Consiglio sicurezza Onu - min. Esteri

© Sputnik . Natalia SeliverstovaIl ministero degli Affari esteri della Federazione Russa
Il ministero degli Affari esteri della Federazione Russa - Sputnik Italia, 1920, 14.03.2022
Seguici suTelegram
Il capo del dipartimento delle organizzazioni internazionali del ministero degli Esteri russo, Pyotr Ilyichev, riferisce che la Russia non esclude a priori l'approvazione di una risoluzione da parte del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite su un ipotetico accordo tra le parti, mentre sono in vista a breve nuovi colloqui tra Russia e Ucraina.
Mosca non esclude che un possibile accordo tra Russia e Ucraina richieda l'approvazione di una risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ha detto a Sputnik Pyotr Ilyichev, capo del dipartimento delle organizzazioni internazionali del ministero degli Esteri russo.

"Al momento, quando le parti non hanno ancora raggiunto accordi specifici, è prematuro parlare di adozione di una risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'Onu che fissi gli stessi ufficialmente. Anche se non vale la pena escludere un tale sviluppo", ha affermato Ilyichev.

Sebbene gli accordi di Minsk siano stati approvati dalla risoluzione 2202 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, "questo non ha influito in alcun modo sulla loro attuazione da parte ucraina", ha osservato il diplomatico.
"L'Ucraina si era effettivamente impegnata in anni di sabotaggio dei suoi obblighi diretti nell'ambito del pacchetto di misure di Minsk, nonostante gli innumerevoli cicli di negoziati e gli appelli per la loro attuazione. Come abbiamo più volte affermato, una soluzione della situazione di crisi nel Donbass era possibile a patto del rispetto rigoroso degli accordi di Minsk da parte di Kiev, Donetsk e Lugansk", ha affermato.
Dal momento in cui sono stati firmati gli accordi di Minsk, le autorità ucraine hanno apertamente dichiarato il loro "nulla di fatto", ha affermato ancora il diplomatico, aggiungendo che Kiev non ha mai voluto rispettarli, rifiutandosi categoricamente di avere un dialogo diretto con il Donbass.


"Ciò ha portato al fatto che gli ... [accordi di Minsk] sono effettivamente diventati non validi. Non vediamo alcun prerequisito per la loro rinascita", ha detto Ilyichev.
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio, per demilitalizzare il Paese. Il presidente Vladimir Putin ha definito il suo obiettivo "la protezione delle persone che sono state oggetto di soprusi e genocidio dal regime di Kiev per otto anni". Per questo si prevede di effettuare la "smilitarizzazione e denazificazione dell'Ucraina", per assicurare alla giustizia tutti i criminali di guerra responsabili di "crimini sanguinari contro i civili" nel Donbass.
Attacco a Donetsk con il missile delle forze ucraine Tochka-U - Sputnik Italia, 1920, 14.03.2022
La situazione in Ucraina
Colloqui Ucraina-Russia: "Annunciata una pausa tecnica fino a domani" - Aggiornamenti
Secondo il Ministero della Difesa della Federazione Russa, le forze armate colpiscono solo le infrastrutture militari e le truppe ucraine. Con il supporto delle forze armate della Federazione Russa, i gruppi della DPR e della LPR stanno sviluppando un'operazione volta alla difesa dei cittadini delle due repubbliche.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала