- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Pentagono non vede segnali di "imminente" attacco chimico o biologico in Ucraina

© AFP 2022 / STAFF Il Pentagono, Washington, DC
Il Pentagono, Washington, DC - Sputnik Italia, 1920, 13.03.2022
Seguici suTelegram
Gli Stati Uniti non vedono segnali sul rischio di "un'imminente" attacco chimico o biologico in Ucraina, tuttavia monitorano la situazione, ha affermato il portavoce del Pentagono John Kirby.
Le autorità statunitensi hanno precedentemente affermato che la Russia potrebbe utilizzare sostanze tossiche come parte di un'operazione di "falsa bandiera", ma non hanno fornito alcuna prova.
"Non entreremo nelle valutazioni dell'intelligence. Proseguiamo a monitorare molto da vicino. È comune che i russi ti incolpino per quello che stanno pianificando di fare. Ancora una volta, non abbiamo visto nulla che indichi che un attacco chimico o biologico sia al momento imminente", ha detto Kirby all'ABC.
In precedenza il rappresentante ufficiale del ministero della Difesa russo, il generale Igor Konashenkov, aveva affermato che i nazionalisti ucraini potrebbero perpetrare una provocazione utilizzando sostanze tossiche per poi scaricare la colpa all'esercito russo.
Un laboratorio - Sputnik Italia, 1920, 10.03.2022
Laboratori USA in Ucraina, esperimenti su uccelli per diffondere malattie all'uomo
Secondo Konashenkov, la notte del 9 marzo, i nazionalisti ucraini hanno portato circa 80 tonnellate di ammoniaca nel villaggio di Zolochiv a nord-ovest di Kharkov. Come notato da Konashenkov, secondo gli abitanti che hanno lasciato Zolochiv, i nazionalisti insegnano come agire correttamente in caso di attacco chimico.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала