L’allarme per il 118, gli infermieri cureranno con un algoritmo

© Sputnik . Evgeny UtkinUn'ambulanza a Milano, Italia
Un'ambulanza a Milano, Italia - Sputnik Italia, 1920, 12.03.2022
Seguici suGoogle news
È la decisione del dipartimento per le emergenze su cui lancia l’allerta il sindacato locale dei medici Anaao Assomed: rischi per la responsabilità medica delle cure.
Il Dipartimento Interaziendale per l’emergenza territoriale ha studiato e messo a punto una serie di algoritmi clinico assistenziali che consentono agli infermieri del 118 di gestire alcune condizioni cliniche urgenti in autonomia decisionale.
La notizia è riportata da La Stampa che segnala l’allarme lanciato dal sindacato dei medici Anaao Assomed Piemonte sulla nuova iniziativa.
“Questa scelta è stata dettata dalla progressiva carenza di medici del sistema 118 e dalla conseguente necessità di rendere in qualche modo autonomi gli infermieri”, spiega Chiara Rivetti, segretario regionale Anaao, che parla di decisione “non accettabile”.

Problemi di responsabilità e paghe al palo

La decisione di affidare questo onere agli infermieri non prevede l’aumento di remunerazione ed espone il personale sanitario a rischi.
“Dopo la prima analisi, l’infermiere contatta la Centrale Operativa per comunicare di trovarsi in una delle situazioni che prevedono l’uso dell’algoritmo scelto”, un insieme di formule che potrebbe esporre “a controversie medico legali, in quanto è stato reso troppo fluido il perimetro delle responsabilità sugli atti medici delegati”.
Spiega ancora Rivetti, che “se da un lato è l’infermiere ad agire sul paziente, le azioni che compie sono condivise con la Centrale operativa e non è chiaro se in modo diretto con il medico di turno”.
Il personale medico collegato potrebbe essere costretto a decidere a distanza sulle terapie da autorizzare e l’infermiere nello stesso tempo sarebbe “l’unico professionista non medico ad utilizzare in autonomia farmaci, cosa prevista solo nelle condizioni di urgenza”.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала