La Russia ha disabilitato il principale centro di intelligence radiofonica dell'esercito ucraino

© Sputnik . Yakov Andreev / Vai alla galleria fotograficaUna antenna radio
Una antenna radio - Sputnik Italia, 1920, 12.03.2022
Seguici suTelegram
Con un attacco mirato, la Russia ha messo fuori combattimento il principale centro di intelligence radiofonica dell'esercito ucraino.
"Questo sabato, l'esercito russo ha disattivato il principale centro di intelligence radio delle forze armate ucraine con un attacco di precisione", ha affermato il maggiore generale Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa russo.

"La mattina del 12 marzo, un'arma ad alta precisione a lungo raggio ha colpito le strutture delle infrastrutture militari ucraine. L'aeroporto militare di Vasilkov e il principale centro radio-elettronico di intelligence delle forze armate ucraine a Brovary sono stati messi fuori combattimento, " ha detto Konashenkov.

La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio, per demilitalizzare il Paese. Il presidente Vladimir Putin ha definito il suo obiettivo "la protezione delle persone che sono state oggetto di soprusi e genocidio dal regime di Kiev per otto anni". Per questo si prevede di effettuare la "smilitarizzazione e denazificazione dell'Ucraina", per assicurare alla giustizia tutti i criminali di guerra responsabili di "crimini sanguinari contro i civili" nel Donbass.
Il portavoce del ministero della Difesa, il maggiore generale Igor Konashenkov - Sputnik Italia, 1920, 11.03.2022
Ministero Difesa Russia: oltre 3.300 siti militari neutralizzati in Ucraina
Secondo il Ministero della Difesa della Federazione Russa, le forze armate colpiscono solo le infrastrutture militari e le truppe ucraine. Con il supporto delle forze armate della Federazione Russa, i gruppi della DPR e della LPR stanno sviluppando un'operazione volta alla difesa dei cittadini delle due repubbliche.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала