Germania, allarme del business: con benzina a oltre 2 euro numerose PMI rischiano il fallimento

© Fotolia / Chat_a4Un automobilista fa benzina al self service
Un automobilista fa benzina al self service - Sputnik Italia, 1920, 12.03.2022
Seguici suTelegram
La Germania dovrà far fronte a un massiccio fallimento delle imprese, a causa del caro prezzi del carburante.
L'Associazione delle piccole e medie imprese in Germania teme un fallimento di massa delle stesse, a causa dell'aumento dei prezzi dell'energia, scrive NEOPresse.
Markus Jerger, amministratore delegato di BVMW, che rappresenta più di 30 associazioni di PMI tedesche ed un totale di 900mila soci, ha pubblicato un rapporto in cui critica il governo tedesco per aver mantenuto elevate le tasse sull'elettricità e per non aver attuato la riforma dei benefit del trasporto pubblico.

"L'Associazione federale delle piccole e medie imprese paventa numerosi fallimenti aziendali e la perdita di posti di lavoro a causa degli alti prezzi dell'energia. I prezzi dell'energia sono diventati una questione essenziale per molti imprenditori", ha affermato.

L'esperto ha definito inaccettabile il costo della benzina superiore ai due euro al litro e il raddoppio del prezzo del gas: tale fatto minaccia la perdita di un gran numero di aziende e posti di lavoro.
Jerger ha chiesto di portare le tasse sull'elettricità al minimo e una modifica del sistema dei benefit per l'uso del trasporto pubblico.
Il costo del gas in Europa ha mostrato negli ultimi giorni una forte volatilità. Dopo che il 21 febbraio il leader russo Vladimir Putin ha firmato i decreti che riconoscevano la sovranità delle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk ed il 24 febbraio la Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina, il prezzo del gas è cresciuto vertiginosamente.
In realtà, un aumento significativo dei prezzi del gas in Europa è iniziato già dalla scorsa primavera, quando il prezzo spot medio sull'indice hub TTF oscillava nell'intervallo tra i 250 e i 300 dollari per mille metri cubi.
Alla fine dell'estate, il valore di un contratto con consegna a "un giorno in anticipo" superava i 600 dollari e all'inizio di ottobre il prezzo era già di 1.000 dollari. Il 7 marzo è stato raggiunto il prezzo record di 3.892 dollari.
Gli esperti hanno attribuito l'aumento dei prezzi a diversi fattori: l'elevata domanda di gas naturale liquefatto (GPL) in Asia, la fornitura limitata dai principali fornitori e dai bassi livelli di saturazione dei depositi sotterranei europei dopo un lungo inverno freddo e una calda estate nel 2021.
Prezzi così costantemente elevati non si vedevano, nell'intera storia del funzionamento degli hub del gas in Europa, dal 1996.
Cucina a gas - Sputnik Italia, 1920, 11.03.2022
L’Europa può farcela senza il gas russo entro il 2027?
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала