Caro carburante, bocciato lo sciopero degli autotrasportatori

Camion in Polonia - Sputnik Italia, 1920, 12.03.2022
Seguici suTelegram
La Commissione di garanzia frena sullo stop degli autotrasportatori, manca il preavviso di 25 giorni e la predeterminazione della durata dell'astensione.
Lo stop delle aziende di trasporto indetto lunedì 14 marzo è stato bocciato dalla Commissione di Garanzia per lo sciopero.
Nell’informativa inviata a Trasportounito – Fiap e ai ministeri delle Infrastrutture e Interno si rileva il “mancato rispetto del termine di preavviso di 25 giorni”. Inoltre, si richiama all’obbligo di predeterminazione della durata dell’astensione.
La sospensione del servizio è stata lanciata il 10 marzo con un comunicato di Trasportounito, che chiamava alla mobilitazione “per motivi di forza maggiore” dovuti agli improvvisi rincari dei costi del carburante.
L’associazione di categoria ha precisato come l’iniziativa non sia né “uno sciopero né una rivendicazione specifica”, ma finalizzata a “coordinare le manifestazioni sullo stato di estrema necessità del settore”.
La protesta degli autotrasportatori ha provocato la corsa agli scaffali dei supermercati e lunghe code alle pompe di benzina, per il panico di restare senza approvvigionamenti.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала