Ucraina, la Cina colpita da attacchi informatici USA che mirano alla Russia

© Sputnik . Vladimir Trefilov / Vai alla galleria fotograficaMaschera di fronte a un programma hacher sullo schermo di un computer
Maschera di fronte a un programma hacher sullo schermo di un computer - Sputnik Italia, 1920, 11.03.2022
Seguici suTelegram
All'inizio di questa settimana, Pechino ha condannato le azioni di Washington circa la situazione in Ucraina, accusando la Casa Bianca di diffondere menzogne e definendo l'espansione NATO come uno dei motivi scatenanti della crisi.

"La Cina ha affrontato continui attacchi informatici lanciati da indirizzi statunitensi, che miravano a prendere il controllo dei computer cinesi per poi bersagliare Bielorussia, Russia e Ucraina", ha detto l'agenzia di stampa statale Xinhua, citando il team tecnico per la risposta alle emergenze della rete informatica nazionale e il centro di coordinamento della Cina (CNCERT/CC).

Secondo Xinhua, Pechino sarebbe bersaglio di attacchi hacker già da febbraio. Alcuni attacchi, oltre che da indirizzi statunitensi, proverrebbero ​​da paesi europei quali Germania e Paesi Bassi, ha affermato il CNCERT/CC.
Le relazioni tra Washington e Pechino si sono inasprite nel corso degli ultimi anni e tra le maggiori fonti di attrito tra i due paesi vi è proprio la sicurezza informatica.
La Casa Bianca ha più volte accusato la leadership cinese di portare avanti un programma di spionaggio globale tramite le sue società tecnologiche, Huawei e TikTok su tutte.
Le autorità cinesi hanno respinto le accuse, descrivendole come diffamazioni e repressione politica.
La notizia degli attacchi informatici arriva sull'onda delle ennesime tensioni tra Pechino e Washington, suscitate in questo caso dall'operazione speciale della Russia, che, secondo il Cremlino, mira a denazificare l'Ucraina, nonché a proteggere i civili delle due regioni separatiste, le Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk (DPR e LPR).
Entrambe le repubbliche hanno chiesto aiuto a Mosca, a seguito del crescendo degli attacchi da parte del governo di Kiev, ordinando anche l'evacuazione della popolazione civile in Russia.
Il presidente ucraino, Vladimir Zelensky, ha definito l'operazione speciale della Russia un'"invasione" e ha respinto le dichiarazioni del presidente Vladimir Putin secondo cui vi sarebbero nazisti in Ucraina. I paesi occidentali si sono schierati con l'Ucraina, imponendo sanzioni senza precedenti contro Mosca. Le misure punitive prendono di mira banche, imprese e individui che, secondo l'occidente, sarebbero vicini al presidente Putin.
Victoria Nuland - Sputnik Italia, 1920, 09.03.2022
Nuland ammette: ci sono "strutture di ricerca biologica" in Ucraina che potrebbero finire ai russi
Da quando la Russia ha scoperto biolaboratori finanziati dagli Stati Uniti in Ucraina, presumibilmente atti allo sviluppo di armi biologiche, Pechino ha chiesto risposte alla Casa Bianca.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала