Roma, vittima di una baby gang salvata dai carabinieri: "Lo volevano spingere al suicidio"

CC0 / Pixabay.com / Carabinieri
Carabinieri - Sputnik Italia, 1920, 10.03.2022
Seguici suTelegram
I baby criminali avevano preso di mira il ragazzino, più volte picchiato e rapinato. Diffusi sui social i video con le vessazioni. Disposto il divieto di avvicinamento alla vittima.
I carabinieri di Roma hanno fermato una baby gang che aveva preso di mira un ragazzino. La giovane vittima subiva sistematicamente vessazioni e minacce dal gruppo, che lo stava spingendo al suicidio.
Lo attendevano fuori da scuola per prenderlo a calci e pugni e rapinarlo. Era costretto a cedere il telefonino o capi di abbigliamento griffati. In alcuni casi, era stato costretto ad inginocchiarsi. I video con le umiliazioni erano stati diffusi e condivisi sui social dai baby criminali.
Per i sei minori della banda è scattata la denuncia dei carabinieri della stazione di Roma Monte Mario, che ha condotto le indagini tra dicembre 2021 e febbraio 2022. A lanciare l'allarme era stata la madre della vittima, che aveva chiesto aiuto ai militari dopo che il figlio era stato male a causa dell'assunzione di una droga, fornita dal gruppo di ragazzini indagati.
Il Tribunale dei Minorenni di Roma, su richiesta della Procura, che ha coordinato le indagini, ha emesso un'ordinanza nei confronti dei sei ragazzi, che dovranno interrompere qualsiasi contatto con la vittima (personale, telefonico e social) e tenersi ad una distanza di almeno 50 metri. Inoltre saranno assistiti dai servizi sociali.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала