Ospedale di Mariupol, la Russia aveva avvertito l’ONU che era stato occupato dalle forze ucraine

© Sputnik . Roman Makhmutov / Vai alla galleria fotograficaLa sede dell'Onu a New York
La sede dell'Onu a New York - Sputnik Italia, 1920, 10.03.2022
Seguici suTelegram
Il primo vice rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite, Dmitry Polyanskiy, ha respinto la versione sull’attacco all’ospedale di Mariupol come notizia falsa.
Il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, aveva precedentemente condannato sul suo Twitter un "attacco a un ospedale di Mariupol, in Ucraina, dove si trovano i reparti di maternità e bambini", definendolo "orribile", osservando che i civili stanno "pagando il prezzo più alto per una guerra che ha niente a che fare con loro".

Polyanskiy ha scritto su Twitter, in risposta alla dichiarazione di Guterres: "Così nascono le #Fakenews. Avevamo avvertito formalmente nella nostra dichiarazione del 7 marzo alle Nazioni Unite (https://russiaun.ru/en/news/070322n) che questo ospedale era stato trasformato in un oggetto militare da parte dei radicali. Molto inquietante che le Nazioni Unite diffondano queste informazioni senza verifica".

La Russia ha avviato un'operazione militare speciale in Ucraina il 24 febbraio, in risposta agli appelli delle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk per la protezione contro l'intensificarsi degli attacchi delle truppe ucraine.
Il ministero della Difesa russo ha affermato che l'operazione speciale prende di mira solo le infrastrutture militari ucraine e la popolazione civile non è in pericolo. Mosca ha ripetutamente affermato di non avere in programma di occupare l'Ucraina e ha sottolineato che l'obiettivo dell'operazione è la smilitarizzazione e la denazificazione dell'Ucraina.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала