Nature non boicotterà ricerche russe, "non lasciate che la guerra ci divida"

© Fotolia / Hoda BogdanUno scienziato al lavoro
Uno scienziato al lavoro - Sputnik Italia, 1920, 08.03.2022
Seguici suTelegram
La rivista Nature esprime la sua posizione riguardo alla pubblicazione di articoli e studi di ricercatori russi: condanniamo l'operazione militare russa, ma "non lasciate che la guerra ci divida".
La rivista scientifica Nature continuerà a pubblicare articoli e studi ad opera di ricercatori russi, pur condannando espressamente l'operazione militare russa in corso in Ucraina.
Pur esprimendo solidarietà verso il popolo ucraino, dalla rivista, secondo quanto riporta ANSA, fanno sapere di ritenere che il boicottaggio di tutto ciò che è russo potrebbe "fare più male che bene" e chiedono di "non lasciare che la guerra ci divida".
Sebbene molte riviste scientifiche si rifiutino di pubblicare ricerche e articoli di origine russa, "Nature, in comune con molte altre riviste, continuerà a considerare gli articoli di ricercatori di ogni parte del mondo. Questo perché pensiamo che in questo momento un simile boicottaggio farebbe più male che bene. Dividerebbe la comunità di ricerca globale e limiterebbe lo scambio di conoscenze accademiche".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала