Alarm Phone denuncia un nuovo naufragio a largo delle coste libiche

© AP Photo / Emilio MorenattiMigranti e rifugiati aiutati dai membri dell'ONG spagnola Proactiva Oper Arms nel mar Mediterraneo nei pressi di Libia (foto d'archivio)
Migranti e rifugiati aiutati dai membri dell'ONG spagnola Proactiva Oper Arms nel mar Mediterraneo nei pressi di Libia (foto d'archivio) - Sputnik Italia, 1920, 08.03.2022
Seguici suTelegram
Secondo l'organizzazione, che si occupa del salvataggio dei migranti nel Mediterraneo, il naufragio sarebbe avvenuto il 27 febbraio.
Un'altra tragedia a largo delle coste libiche si sarebbe consumata il 27 febbraio scorso nelle acque a ridosso di Sabrata, fa sapere con un tweet Alarm Phone.
"Delle 50 persone a bordo, nessuna è sopravvissuta. Oltre dieci corpi sono stati trovati sulle coste libiche. Il regime UE dei confini uccide ancora le persone migranti".
Allo stesso tempo, Alarm Phone denuncia la perdita di contatti con una barca con a bordo 60 migranti partita dalla Tunisia ormai cinque giorni fa.
"I parenti ci chiedono di un gruppo di 60 persone che non sono ancora arrivate. Le autorità ci dicono di non avere informazioni su cosa sia accaduto loro. Chiediamo risposte".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала