Prima riunione a Mosca tra Ministero della Difesa russo e ONU su cooperazione umanitaria in Ucraina

© Sputnik . Evgeny Biyatov / Vai alla galleria fotograficaIl ministro della Difesa russo Sergey Shoigu
Il ministro della Difesa russo Sergey Shoigu  - Sputnik Italia, 1920, 07.03.2022
Seguici suTelegram
Primo incontro tra la delegazione dell'Onu e del ministero della Difesa russo oggi a Mosca sulla crisi in corso in Ucraina. Discusso un piano per l'interazione tra le parti in campo per permettere l'evacuazione dei civili dalle zone teatro delle operazioni.
Il ministero della Difesa russo riferisce che rappresentanti del ministero e delle Nazioni Unite hanno tenuto un incontro nella capitale russa sulla cooperazione umanitaria in Ucraina.
"Conformemente agli accordi raggiunti nel corso di una conversazione telefonica tra il Ministro della Difesa della Federazione Russa, il generale dell'Esercito Sergey Shoigu, e il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, il 7 marzo si è svolta la prima riunione a Mosca tra i rappresentanti del Ministero della Difesa della Federazione Russa e delle Nazioni Unite".
"È stato discusso un piano per l'interazione delle parti nella risoluzione dei problemi umanitari sul territorio dell'Ucraina, delle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk", ha affermato il ministero.

Come riportato in precedenza dal quartier generale di coordinamento interdipartimentale per la risposta umanitaria in Ucraina, le forze armate della Federazione Russa hanno imposto un coprifuoco dalle ore 10:00 di oggi per permettere l'uscita dei residenti da Kiev, Mariupol, Kharkov e Sumy.
La decisione è stata presa dopo i colloqui avutisi tra il presidente francese Emmanuel Macron e il presidente russo Vladimir Putin.
Allo stesso tempo, Kiev si è opposta all'apertura di corridoi umanitari per il solo rilascio di persone in direzione della Russia e ha offerto le proprie condizioni.
La Russia ha iniziato lo scorso 24 febbraio un'operazione speciale nell'Ucraina, in supporto alla popolazione del Donbass, martoriata da 8 anni di bombardamenti da parte dell'esercito di Kiev.
Il presidente Vladimir Putin ha definito il suo obiettivo "la protezione delle persone che sono state oggetto di offese e del genocidio dal regime di Kiev per otto anni".
Per il raggiungimento di tali obiettivi si prevede di effettuare la "smilitarizzazione e denazificazione dell'Ucraina", per assicurare alla giustizia tutti i criminali di guerra responsabili di "crimini sanguinari contro i civili" nel Donbass.
Trattative tra Russia e Ucraina in Bielorussia - Sputnik Italia, 1920, 07.03.2022
L'aereo della delegazione russa ai colloqui con Kiev è atterrato all'aeroporto di Brest
Secondo il Ministero della Difesa della Federazione Russa, le forze armate colpiscono solo le infrastrutture militari e le truppe ucraine. Nulla minaccia la popolazione civile. Con il supporto delle forze armate della Federazione Russa, forze della DPR e della LPR stanno sviluppando un'offensiva sul territorio delle due Repubbliche.
A causa del possibile blocco di Sputnik, consigliamo ai lettori di iscriversi al nostro canale Telegram, dove pubblicheremo le ultime notizie.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала