Il 6 marzo del 1983 arrivava sul mercato il primo cellulare

© Sputnik . Grigoriy Sisoev / Vai alla galleria fotograficatelefono cellulare
telefono cellulare - Sputnik Italia, 1920, 06.03.2022
Seguici suTelegram
Il Motorola Dyna Tac 8000x pesava quasi un chilo ed aveva soltanto 35 minuti di autonomia.
Il 6 marzo di quasi 40 anni fa veniva lanciato sul mercato il primo telefonino. L’antenato dei nostri smartphone, il Motorola Dyna Tac 8000x pesava quasi un chilo ed era lungo 25 centimetri.
Non a caso fu ribattezzato subito “il mattone”. Ma "the brick" all’epoca rappresentava il massimo della tecnologia esistente.
La prima chiamata senza fili, che come ricorda La Nazione avvenne circa un anno prima, il 3 aprile del 1973, fu una vera e propria rivoluzione.
Attaccato alla cornetta, da New York c’era l’ingegnere americano Martin Cooper, della stessa società. È lui l’uomo che ha innescato il cambiamento che nel giro di qualche decennio avrebbe portato alla tecnologia dei giorni nostri.
Circa dieci anni dopo il primo squillo nell’etere furono assegnate le frequenze e arrivò sul mercato il modello messo a punto da Motorola.
Il prezzo era da capogiro: 3.995 dollari, e cioè circa 9.322 secondo la quotazione attuale. Una cifra che sarebbe fuori mercato anche per il più tecnologico degli smartphone di oggi, nonostante per ricaricare il Dyna Tac 8000x ci volessero ben dieci ore. La sua autonomia, per contro, era di soli 35 minuti.
C’è voluto un altro decennio perché il dispositivo iniziasse a diffondersi e a raggiungere un milione di utenti in tutto il globo.
Dagli anni 2000 in poi il cellulare è diventato uno strumento sempre più comune, fino ad arrivare ai giorni nostri, in cui gli smartphone sono ormai un accessorio irrinunciabile per tutti.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала