Il mondo non deve ignorare aspetti razzisti del conflitto in Ucraina - attivisti USA diritti civili

© Foto : Clara StatelloI migranti in Italia
I migranti in Italia - Sputnik Italia, 1920, 05.03.2022
Seguici suTelegram
Il mondo non deve trascurare casi probabili di discriminazione nei confronti di studenti e residenti di colore nel conflitto Russia-Ucraina mentre le segnalazioni di razzismo continuano ad accumularsi, hanno detto a Sputnik gli attivisti per i diritti civili.
L'Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM), questa settimana, ha espresso allarme per la discriminazione e il razzismo a cui sono stati sottoposti cittadini di paesi terzi mentre tentavano di lasciare le aree dell'Ucraina dilaniate dal conflitto.

"Le persone stanno fuggendo da una guerra, ma trovano ancora il tempo per essere razziste", ha affermato Haddy Gassama, direttore nazionale di Policy and Advocacy per UndocuBlack. "È una situazione sfortunato, così deludente, ma le persone di colore tendono a sopportare il peso della crudeltà".

Il mese scorso, la rete UndocuBlack, in una dichiarazione, ha espresso solidarietà ai migranti in fuga dall'Ucraina, che hanno subito discriminazioni contro le persone di colore all'interno del paese e ai valichi di frontiera nella vicina Polonia.
Gassama ha detto di aver sentito dire che non sarebbero le guardie di frontiera polacche a compiere tali discriminazioni, ma le pattuglie di frontiera ucraine.

"Ogni volta che si tratta della lotta e del trauma di gente di colore, dobbiamo metterci alla prova", ha aggiunto.

Il pastore della Victory in Praise Church a Stockton, California, Trena Turner, ha affermato che gli americani non possono avere una visione ristretta della situazione in Ucraina.

"Non possiamo solo essere miopi su quello che sta succedendo. Dobbiamo evitare distrazioni e trasformare la situazione in una lotta per le persone di colore a livello globale", ha detto la Turner.

Secondo le Nazioni Unite, il numero di rifugiati fuggiti dall'Ucraina da quando la Russia ha iniziato le sue operazioni militari nel Paese la scorsa settimana avrebbe raggiunto il milione.
Un certo numero di studenti stranieri e residenti hanno parlato con giornalisti e registrato filmati affermando di essere stati allontanati da autobus e treni e costretti a consentire agli ucraini bianchi di superarli nella fila.
Il portavoce del servizio della guardia di frontiera ucraina, Andriy Demchenko, ha dichiarato alla Galileus Web che le accuse di segregazione ai confini non sono vere. Le guardie, ha aggiunto, stanno lavorando sotto enorme pressione, ma nel rispetto della legge.
A causa del possibile blocco di Sputnik, consigliamo ai lettori di iscriversi al nostro canale Telegram, dove pubblicheremo le ultime notizie.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала