Donbass, militanti ucraini ostacolano l'evacuazione dei civili a Mariupol

© AP Photo / Evgeniy MaloletkaUkrainian servicemen guard their position in the village of Shirokino near Mariupol, eastern Ukraine, Wednesday, Feb. 25, 2015
Ukrainian servicemen guard their position in the village of Shirokino near Mariupol, eastern Ukraine, Wednesday, Feb. 25, 2015 - Sputnik Italia, 1920, 05.03.2022
Seguici suTelegram
Allo stesso tempo, le autorità di Mariupol hanno segnalato il posticipo dell'evacuazione della popolazione civile dalla città.
I militanti ucraini impediscono l'evacuazione dei civili da Volnovakha, quattro persone sono riuscite a lasciare la città aggirando il divieto, ha affermato il quartier generale della difesa territoriale della Repubblica Popolare di Donetsk.

"24 civili sono stati evacuati dal centro di Nikolaevka, a Novy Svet, in provincia di Starobeshevsky, di cui 4 originari del villaggio di Volnovakha. Secondo loro, in città, ci sono civili negli scantinati dei palazzi residenziali distrutti che non possono uscire da soli", si afferma nel comunicato.

Secondo il quartier generale della DPR, i nazionalisti si sono anche rifiutati di fornire un corridoio umanitario a coloro che sono rimasti a Mariupol. Secondo il leader della DPR, Denis Pushilin, a mezzogiorno nessuno è riuscito a lasciare la città.
Anche le autorità di Mariupol affermano che l'evacuazione della popolazione civile è stata posticipata. In precedenza, il ministero della Difesa della Federazione Russa aveva annunciato una tregua umanitaria per l'evacuazione dei civili da Mariupol e Volnovakha.
"L'evacuazione della popolazione civile è stata posticipata", ha affermato il consiglio comunale di Mariupol in un messaggio pubblicato sul canale Telegram.
Le autorità di Mariupol affermano che sono in corso negoziati con la Federazione Russa per stabilire le condizioni della tregua e garantire un corridoio umanitario sicuro. Secondo il consiglio comunale, ulteriori informazioni sull'evacuazione saranno pubblicate a breve.
I rappresentanti della Russia e dell'Ucraina si sono incontrati per il secondo ciclo di negoziati il 3 marzo. Le parti hanno discusso di questioni militari, internazionali e umanitarie, nonché di modi per una risoluzione politica del conflitto.
Le parti ai colloqui non sono riuscite a raggiungere alcun accordo al di là della creazione di corridoi umanitari. Tuttavia, hanno deciso di incontrarsi per un terzo round di negoziati nel prossimo futuro.
A causa dei problemi d'accesso a Sputnik, consigliamo ai lettori di iscriversi al nostro canale Telegram, dove pubblicheremo le ultime notizie.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала