Ucraina, Mise: task force per monitorare i contraccolpi delle sanzioni sulle imprese

© Sputnik . Evgeny UtkinGiancarlo Giorgetti, ministro dello sviluppo economico, al Supersalone, Rho Fiera, Milano
Giancarlo Giorgetti, ministro dello sviluppo economico, al Supersalone, Rho Fiera, Milano - Sputnik Italia, 1920, 04.03.2022
Seguici suTelegram
Giorgetti ha firmato il decreto, l'unità di crisi a costo zero sarà operativa da lunedì. Preoccupazione anche per l'industria.
Il ministro dello Sviluppo Economico ha firmato il decreto per predisporre un'unità di crisi interna per monitorare e valutare i contraccolpi del conflitto sulle filiere e sui prezzi delle materie prime" per le imprese italiane.
La task force sarà operativa da lunedì e a costo zero per il bilancio dello Stato.
"Dal Mise c'è massima attenzione alle imprese italiane che operano direttamente in Russia e Ucraina o che sono legate in qualche modo a quei territori. Sono molto preoccupato per i contraccolpi del conflitto anche sull'industria", ha dichiarato Giorgetti secondo quanto riporta Ansa.

Le sanzioni alla Russia

I paesi occidentali hanno adottato nuove sanzioni contro la Russia in risposta all'operazione speciale di demilitarizzazione e denazificazione in Ucraina. L'Unione Europea ha vietato a qualsiasi aereo russo di atterrare, decollare o sorvolare il territorio dell'UE oltre a proibire alle sue compagnie di fornire aeromobili civili e pezzi di ricambio alla Russia.
In risposta all’azione intrapresa dalla Russia in Ucraina, l'UE, tra le varie sanzioni, ha vietato le operazioni relative alla gestione delle riserve e dei beni della Banca centrale russa. Gli stati dell'UE potranno condurre transazioni con la Banca di Russia se è "strettamente necessario" per garantire la stabilità finanziaria. Il capo della diplomazia dell'UE, Josep Borrell, ha affermato che circa la metà delle riserve finanziarie della Banca centrale della Federazione russa sarà congelata con le nuove sanzioni dell'UE.
Inoltre, come ha affermato il governo tedesco, tutte le banche russe che sono già cadute sotto le sanzioni della comunità internazionale e, se necessario, anche altre banche russe, vengono escluse dal sistema di ordini di pagamento SWIFT.
Le autorità della Federazione Russa hanno adottato misure di ritorsione a queste restrizioni, in maniera speculare, come nel caso del divieto di voli dei vettori europei attraverso il territorio del paese. Il Ministero delle Finanze e la Banca Centrale hanno inoltre affermato che stanno monitorando la situazione del mercato finanziario.
A causa del possibile blocco di Sputnik, consigliamo ai lettori di iscriversi al nostro canale Telegram, dove pubblicheremo le ultime notizie.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала