Scholz: la Germania non è parte del conflitto in Ucraina e non lo sarà

© AFP 2022 / Tobias SchwarzIl cancelliere tedesco Olaf Scholz
Il cancelliere tedesco Olaf Scholz - Sputnik Italia, 1920, 04.03.2022
Seguici suTelegram
La Germania non fa parte del conflitto in Ucraina e non ne farà parte, ha dichiarato venerdì il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, durante una visita a uno dei posti di comando del Bundeswehr, l'esercito tedesco.
"Noi non facciamo parte dello scontro militare che si sta verificando lì e non ne faremo parte. A noi è chiaro che la NATO e i suoi stati membro non ne faranno parte... e, allo stesso tempo, stiamo facendo tutto ciò che è in nostro potere per contribuire affinchè in Ucraina sia possibile uno sviluppo, che per le persone è legato al cessate il fuoco e al ritiro delle truppe", ha spiegato Scholz in una trasmissione del canale televisivo Phoenix.
Il cancelliere ha osservato che "è corretto aver detto che stiamo lavorando con le nostre capacità politiche in relazione alle sanzioni che avevamo annunciato prima in caso di invasione militare", ma "utilizzeremo ogni occasione per arrivare ad una conclusione diplomatica di queste ostilità”.
Mentre l'operazione militare speciale russa per smilitarizzare e "de-nazificare" l'Ucraina continua, ieri, giovedì 3 marzo, le delegazioni russa e ucraina hanno tenuto una seconda serie di negoziati di pace in Bielorussia.
Il incontro tra le delegazioni russa e ucraina si era svolto lunedì nella regione di Gomel, in Bielorussia. I rappresentanti della Russia e dell'Ucraina si sono incontrati per il secondo ciclo di negoziati il 3 marzo. Le parti hanno discusso di questioni militari, internazionali e umanitarie, nonché di modi per una risoluzione politica del conflitto.
Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg - Sputnik Italia, 1920, 04.03.2022
Stoltenberg: "La NATO non è parte del conflitto in Ucraina"
Le parti ai colloqui non sono riuscite a raggiungere alcun accordo al di là della creazione di corridoi umanitari. Tuttavia, hanno deciso di incontrarsi per una terza giornata di negoziati nel prossimo futuro.
A causa del possibile blocco di Sputnik, consigliamo ai lettori di iscriversi al nostro canale Telegram, dove pubblicheremo le ultime notizie.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала