Covid, Iss: Rt in lieve aumento, incidenza continua a diminuire

© Sputnik . Ministero Difesa russo / Vai alla galleria fotograficaUn medico italiano nell'ospedale da campo di Bergamo, 2020
Un medico italiano nell'ospedale da campo di Bergamo, 2020 - Sputnik Italia, 1920, 04.03.2022
Seguici suTelegram
Rt in lieve aumento, ma al di sotto della soglia epidemica. In calo ricoveri in terapia intensiva e area medica, resta basso il rischio delle regioni.
La pandemia di Covid-19 continua ad arretrare in Italia. Il monitoraggio settimanale della Cabina di regia Ministero della Salute-Istituto Superiore di Sanità mostra un calo dell'incidenza dei casi di positività, nonostante un lieve aumento dell'indice Rt.
Negli ultimi sette giorni sono stati registrati 433 casi ogni 100mila abitanti, rispetto al 552 della precedente rilevazione. L'Rt resta sotto il valore 1, ma passa da 0,73 a 0,75 (con variazioni entro 0,67 – 0,96), mentre l'indice medio di trasmissibilità calcolato solo sui casi sintomatici passa da 0,76 a 0,77.

Rischi delle Regioni

Resta basso il rischio di tutte le regioni e province autonome, solo 8 riportano almeno una singola resilienza, ma nessuna ne ha molteplici.

Ricoveri in ospedale

Si alleggerisce la pressione sugli ospedali, con una diminuzione del tasso di occupazione nazionale nei reparti di terapia intensiva e area medica.
In terapia intensiva è al 6,6% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 3 marzo), rispetto all'8,4% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 24 febbraio). In area medica le occupazioni sono al 14,7% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 3 marzo), rispetto al 18,5% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 24 febbraio).
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала