Crisi ucraina, la seconda giornata di negoziati tra Russia e Ucraina

Seguici suTelegram
Mentre l'operazione militare speciale russa per smilitarizzare e "de-nazificare" l'Ucraina continua, ieri, giovedì 3 marzo, le delegazioni russa e ucraina hanno tenuto una seconda serie di negoziati di pace in Bielorussia.
© Sputnik . Alexandr Kryazhev / Vai alla galleria fotografica

La delegazione russa è arrivata ai colloqui mercoledì.

La delegazione russa è arrivata ai colloqui mercoledì. - Sputnik Italia
1/10

La delegazione russa è arrivata ai colloqui mercoledì.

© Sputnik . Alexandr Kryazhev / Vai alla galleria fotografica

I primi negoziati tra le delegazioni russa e ucraina si sono svolti lunedì nella regione di Gomel, in Bielorussia.

I primi negoziati tra le delegazioni russa e ucraina si sono svolti lunedì nella regione di Gomel, in Bielorussia. - Sputnik Italia
2/10

I primi negoziati tra le delegazioni russa e ucraina si sono svolti lunedì nella regione di Gomel, in Bielorussia.

© Sputnik . Alexandr Kryazhev / Vai alla galleria fotografica

L'ufficio del presidente ucraino Zelensky aveva affermato che "la questione chiave dei negoziati era un cessate il fuoco immediato e il ritiro delle truppe dal territorio dell'Ucraina".

L'ufficio del presidente ucraino Zelensky aveva affermato che "la questione chiave dei negoziati era un cessate il fuoco immediato e il ritiro delle truppe dal territorio dell'Ucraina". - Sputnik Italia
3/10

L'ufficio del presidente ucraino Zelensky aveva affermato che "la questione chiave dei negoziati era un cessate il fuoco immediato e il ritiro delle truppe dal territorio dell'Ucraina".

© Sputnik . Alexandr Kryazhev / Vai alla galleria fotografica

La delegazione russa viene guidata dall'aiutante presidenziale Vladimir Medinsky.

La delegazione russa viene guidata dall'aiutante presidenziale Vladimir Medinsky. - Sputnik Italia
4/10

La delegazione russa viene guidata dall'aiutante presidenziale Vladimir Medinsky.

© Sputnik . BelTA / Vai alla galleria fotografica

Vladimir Medinskiy ha dichiarato che Russia e Ucraina hanno raggiunto un'intesa sul formato dei corridori umanitari per l'evacuazione dei civili.

Vladimir Medinskiy ha dichiarato che Russia e Ucraina hanno raggiunto un'intesa sul formato dei corridori umanitari per l'evacuazione dei civili. - Sputnik Italia
5/10

Vladimir Medinskiy ha dichiarato che Russia e Ucraina hanno raggiunto un'intesa sul formato dei corridori umanitari per l'evacuazione dei civili.

© Sputnik . BelTA / Vai alla galleria fotografica

"A tale scopo (un cessate il fuoco nelle zone in cui saranno organizzati i corridoi umanitari - ndr), verranno organizzati in un futuro molto prossimo speciali canali di comunicazione e interazione e verranno formate adeguate procedure logistiche", ha dichiarato Mikhail Podolyak, consigliere del capo dell'ufficio presidenziale dell'Ucraina, al termine dei colloqui tra le delegazioni.

"A tale scopo (un cessate il fuoco nelle zone in cui saranno organizzati i corridoi umanitari - ndr), verranno organizzati in un futuro molto prossimo speciali canali di comunicazione e interazione e verranno formate adeguate procedure logistiche", ha dichiarato Mikhail Podolyak, consigliere del capo dell'ufficio presidenziale dell'Ucraina, al termine dei colloqui tra le delegazioni. - Sputnik Italia
6/10

"A tale scopo (un cessate il fuoco nelle zone in cui saranno organizzati i corridoi umanitari - ndr), verranno organizzati in un futuro molto prossimo speciali canali di comunicazione e interazione e verranno formate adeguate procedure logistiche", ha dichiarato Mikhail Podolyak, consigliere del capo dell'ufficio presidenziale dell'Ucraina, al termine dei colloqui tra le delegazioni.

© Sputnik . BelTA / Vai alla galleria fotografica

"Sono stati discussi i tre temi: militare, internazionale/umanitario e relativo alla successiva risoluzione politica della crisi. Le posizioni sono chiare. Su alcune di esse c'è comprensione reciproca", ha detto alla stampa il capo delegazione russo, Vladimir Medinsky.

"Sono stati discussi i tre temi: militare, internazionale/umanitario e relativo alla successiva risoluzione politica della crisi. Le posizioni sono chiare. Su alcune di esse c'è comprensione reciproca", ha detto alla stampa il capo delegazione russo, Vladimir Medinsky. - Sputnik Italia
7/10

"Sono stati discussi i tre temi: militare, internazionale/umanitario e relativo alla successiva risoluzione politica della crisi. Le posizioni sono chiare. Su alcune di esse c'è comprensione reciproca", ha detto alla stampa il capo delegazione russo, Vladimir Medinsky.

© Sputnik . BelTA / Vai alla galleria fotografica

Commentando i risultati della seconda giornata di negoziati tra Russia e Ucraina, il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov ha affermato che la comprensione delle questioni umanitarie è molto importante.

Commentando i risultati della seconda giornata di negoziati tra Russia e Ucraina, il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov ha affermato che la comprensione delle questioni umanitarie è molto importante. - Sputnik Italia
8/10

Commentando i risultati della seconda giornata di negoziati tra Russia e Ucraina, il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov ha affermato che la comprensione delle questioni umanitarie è molto importante.

© Sputnik . BelTA / Vai alla galleria fotografica

️Kiev e Mosca hanno deciso di continuare i negoziati, il terzo incontro avverrà il prima possibile, ha affermato un consigliere del capo dell'ufficio di Zelensky.

️Kiev e Mosca hanno deciso di continuare i negoziati, il terzo incontro avverrà il prima possibile, ha affermato un consigliere del capo dell'ufficio di Zelensky. - Sputnik Italia
9/10

️Kiev e Mosca hanno deciso di continuare i negoziati, il terzo incontro avverrà il prima possibile, ha affermato un consigliere del capo dell'ufficio di Zelensky.

© Sputnik . Alexandr Kryazhev / Vai alla galleria fotografica

Dal 24 febbraio la Russia sta conducendo un'operazione militare speciale in Ucraina, per proteggere i civili nelle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk, le cui autorità hanno fatto appello a Mosca per ricevere assistenza in mezzo ai bombardamenti in corso dei loro territori da parte delle forze ucraine.

Dal 24 febbraio la Russia sta conducendo un'operazione militare speciale in Ucraina, per proteggere i civili nelle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk, le cui autorità hanno fatto appello a Mosca per ricevere assistenza in mezzo ai bombardamenti in corso dei loro territori da parte delle forze ucraine. - Sputnik Italia
10/10

Dal 24 febbraio la Russia sta conducendo un'operazione militare speciale in Ucraina, per proteggere i civili nelle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk, le cui autorità hanno fatto appello a Mosca per ricevere assistenza in mezzo ai bombardamenti in corso dei loro territori da parte delle forze ucraine.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала