Zelensky ha dichiarato che 16.000 mercenari stranieri combatteranno per l'Ucraina

© AP Photo / Efrem LukatskySoldati ucraini durante l'addestramento con gli istruttori britannici
Soldati ucraini durante l'addestramento con gli istruttori britannici - Sputnik Italia, 1920, 03.03.2022
Seguici suTelegram
Mercoledì, i media hanno affermato che circa 70 volontari dal Giappone sono pronti ad unirsi alle file dei mercenari della "legione straniera" dell'Ucraina, dove è in corso un'operazione speciale russa per smilitarizzare e "denazificare" il Paese.
Il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha dichiarato che 16.000 mercenari stranieri combatteranno per l'Ucraina.

Oggi, giovedì 3 marzo, Zelensky in un videomessaggio ha detto che "l'Ucraina accoglie i primi volontari stranieri", che si stanno recando nel Paese per "proteggere la libertà".

Zelensky ha parlato dopo che il quotidiano giapponese Mainichi ha riferito mercoledì che circa 70 volontari dal Giappone si uniranno alle file dei mercenari della "legione straniera" dell'Ucraina.
Il media ha affermato, inoltre, che tra i volontari ci sono anche 50 ex militari delle forze di difesa giapponesi.

Le dichiarazioni di oggi del presidente ucraino arrivano dopo che questi ha invitato i cittadini stranieri "amici della pace e della democrazia" a recarsi nel suo paese e combattere quella che ha definito come "un'invasione russa".

Zelensky ha aggiunto che "chiunque voglia unirsi alla difesa dell'Ucraina, dell'Europa e del mondo" dovrebbe "venire e combattere fianco a fianco con gli ucraini" contro l'esercito russo. Secondo Zelensky, le forze armate ucraine stanno creando un'unità della legione straniera per i volontari internazionali.

L'operazione speciale russa in Ucraina

Il 24 febbraio, il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato un'operazione militare speciale in Ucraina per proteggere le Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk (DPR e LPR) dalle forze di Kiev a seguito della loro richiesta di assistenza in mezzo ai crescenti attacchi dell'esercito ucraino alle loro posizioni e infrastrutture.
Putin ha sottolineato che l'operazione mira "a proteggere le persone che sono state oggetto di abusi e genocidio dal regime di Kiev per otto anni"e che, a tal fine, la Russia "si adopererà per smilitarizzare e denazificare l'Ucraina, oltre a portare davanti alla giustizia coloro che hanno commesso numerosi crimini sanguinosi contro residenti pacifici, compresi i cittadini della Federazione Russa".
Il ministero della Difesa russo, a sua volta, ha sottolineato che gli attacchi ad alta precisione sono indirizati contro le infrastrutture militari ucraine e non rappresentano una minaccia per la popolazione civile. Mercoledì, il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov, ha affermato che le forze DPR e LPR, con il supporto dell'esercito russo, continuano la loro offensiva contro le unità dell'esercito ucraino, prendendo il controllo di più insediamenti.
A causa del possibile blocco di Sputnik, consigliamo ai lettori di iscriversi al nostro canale Telegram, dove pubblicheremo le ultime notizie.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала