Lavrov: Mosca accoglie con favore gli sforzi di mediazione di Macron

© Sputnik . Maxim Blinov / Vai alla galleria fotograficaSergey Lavrov
Sergey Lavrov - Sputnik Italia, 1920, 03.03.2022
Seguici suTelegram
La Russia accoglie con favore gli sforzi di mediazione che sta compiendo il presidente francese Emmanuel Macron per risolvere la situazione in Ucraina, ha affermato giovedì il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, parlando con i media russi e stranieri.
"Lo ripeto, accogliamo con favore gli sforzi di mediazione del signor Macron. Il presidente Putin gli ha spiegato molte volte come vediamo gli esiti della situazione attuale se il presidente Macron aiuta a convincere il signor Zelensky a non correre tra la NATO e l'UE e poi parlare di negoziati", ha detto il diplomatico, rispondendo a una domanda di un giornalista francese.
Lavrov ha messo in rilievo una lunga tradizione della Francia nella mediazione in vari conflitti. In particolare, ha ricordato la mediazione dell'ex presidente Nicolas Sarkozy, che ha aiutato a risolvere il conflitto tra la Georgia e l'Ossezia del Sud, nonché il lavoro di Macron e l'ex presidente François Hollande nella creazione del cosiddetto Formato Normandia, nell'ambito del quale sono stati firmati gli Accordi di Minsk.

"Però anche se gli accordi sono stati una tappa importante in questi sforzi, poi tutto è finito. Dopo che gli accordi sono stati firmati e il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite li ha approvati, né la Francia né la Germania hanno fatto qualcosa per costringere l'Ucraina ad implementarli. Anzi, hanno iniziato a dire che l'Ucraina non doveva farlo, ma la Russia dovrebbe implementare questi accordi, e che non ci dovrebbe essere nessun dialogo diretto tra Kiev e Donetsk, Kiev e Lugansk, perché tutto ciò è una farsa e in realtà la Federazione Russa è colpevole", ha spiegato Lavrov.

L'operazione in Ucraina

Il 24 febbraio, la Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina, in risposta alle richieste di aiuto delle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk per contrastare l'aggressione delle truppe ucraine.
Sergey Lavrov - Sputnik Italia, 1920, 03.03.2022
Lavrov: verrà trovata una soluzione alla situazione in Ucraina, le richieste russe sono minime
I primi negoziati tra le delegazioni russa e ucraina si sono svolti lunedì nella regione di Gomel, in Bielorussia. La delegazione russa era guidata dall'aiutante presidenziale Vladimir Medinsky.
L'ufficio del presidente ucraino Zelensky aveva affermato che "la questione chiave dei negoziati era un cessate il fuoco immediato e il ritiro delle truppe dal territorio dell'Ucraina".
Medinsky ha dichiarato lunedì, dopo i colloqui, che le delegazioni avevano concordato di tenere un nuovo ciclo di negoziati in Bielorussia che si svolgerà giovedì pomeriggio.
A causa del possibile blocco di Sputnik, consigliamo ai lettori di iscriversi al nostro canale Telegram, dove pubblicheremo le ultime notizie.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала