Energia, allarme dalla Germania: con rinuncia al gas russo rischio deficit il prossimo inverno

© Sputnik . Alexey Vitvitsky / Vai alla galleria fotograficaIl gasdotto Yamal-Europa in Polonia
Il gasdotto Yamal-Europa in Polonia - Sputnik Italia, 1920, 03.03.2022
Seguici suTelegram
Il rifiuto all'acquisto di materie prime energetiche russe potrebbe provocare un deficit nell'inverno 2022-2023 ha affermato il ministro dell'Economia tedesco Robert Habeck in un briefing a Berlino.

"E' probabile che il deficit che abbiamo e che potrebbe emergere, ma che stiamo cercando di evitare, arrivi nell'inverno 2022-2023. L'inverno successivo disporremo di un'alternativa, e nel migliore dei casi, anche il prossimo inverno, ha affermato il ministro ai giornalisti.

Oggi il prezzo del gas in Europa ha raggiunto la quota 2.279 dollari per mille metri cubi.
Impianto di gas in Germania ad Eugal - Sputnik Italia, 1920, 03.03.2022
I prezzi del gas allungano il passo, toccati i 2.279 dollari
I paesi occidentali hanno imposto nuove sanzioni alla Russia, oltre a quelle imposte dal 2014. Negli elenchi sono state inserite anche diverse importanti banche russe, tra cui Sberbank e VTB. Inoltre, la Germania ha bloccato la certificazione del gasdotto Nord Stream 2 e il Regno Unito ha chiuso i voli per la compagnia aerea di bandiera russa Aeroflot.
Gli Stati Uniti e l'UE hanno preso la decisione sulla disconnessione parziale della Russia dal sistema internazionale di pagamento interbancario SWIFT. Non sono state imposte restrizioni al settore energetico russo.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала