Ucraina, Siae: stop ai pagamenti alle società d'autore russe

© Sputnik . Mikhail Voskresensky / Vai alla galleria fotograficaLa situazione al confine tra la Russia e l'Ucraina
La situazione al confine tra la Russia e l'Ucraina - Sputnik Italia, 1920, 02.03.2022
Seguici suTelegram
Un'azione "forte e senza precedenti", adottata per lanciare un "forte segnale di solidarietà all'Ucraina", ha chiarito il presidente Mogol, annunciando che la misura sarà revocata al termine del conflitto.
La Siae sospenderà il pagamento dei diritti d'autore alle società d'autore russe fino alla fine del conflitto, in "segno di solidarietà nei confronti dell'Ucraina". Lo ha annunciato il presidente della società che tutela le opere d'ingegno, Giulio Rapetti Mogol.
"Stiamo vivendo momenti di forte preoccupazione e inquietudine e la speranza di poter affrontare il futuro con maggiore serenità dopo due anni di pandemia sembra davvero affievolirsi", ha dichiarato Mogol in una nota, in cui definisce "ingiustificato e ingiustificabile" l'attacco all'Ucraina ed esprime solidarietà al popolo e alle istituzioni del Paese.

"Negli ultimi giorni abbiamo riflettuto su cosa Siae avrebbe potuto fare come segnale di solidarietà nei confronti dell’Ucraina - prosegue il presidente - e alla fine abbiamo preso la decisione di sospendere il pagamento del diritto d'autore alle società d'autori russe, fino al termine del conflitto".

La Siae accetterà il probabile provvedimento simmetrico da parte delle società consorelle e specifica che l'azione "forte e senza precedenti" non è una presa di posizione "contro gli autori ed editori russi", ma vuole esprimere la contrarietà a "qualsiasi tipo di guerra, peraltro coerentemente con quanto stanno facendo il Governo italiano e l’Unione Europea”.
Le nazioni occidentali hanno aumentato la pressione delle sanzioni sulla Russia, dopo che questa ha lanciato un'operazione militare speciale in Ucraina, a seguito delle richieste di aiuto del Donbass.
Il ministero della Difesa russo ha affermato che l'operazione prende di mira solo le infrastrutture militari dell'Ucraina e che la popolazione civile non è in pericolo. Mosca afferma di non avere intenzione di occupare l'Ucraina e che lo scopo dell'operazione è salvare la popolazione civile dal genocidio e liberare le Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk, la smilitarizzazione e la denazificazione dell'Ucraina.
A causa del possibile blocco di Sputnik, consigliamo ai lettori di iscriversi al nostro canale Telegram, dove pubblicheremo le ultime notizie.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала