L’UE esclude sette banche russe dallo SWIFT

© Sputnik . Evgeny BiyatovBanca Centrale della Federazione Russa
Banca Centrale della Federazione Russa - Sputnik Italia, 1920, 02.03.2022
Seguici suTelegram
L’Unione Europea ha deciso di escludere sette banche russe dal sistema di pagamento internazionale SWIFT, come riporta un nuovo documento pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE.
L'Unione Europea ha annunciato la rimozione di sette banche russe dalla sistema di messaggistica interbancaria SWIFT. Tra i nomi nell'elenco figurano VTB, Bank Otkritie, Novikombank, Promsvyazbank, Bank Rossiya, Sovcombank e VEB.
Le autorità europee avevano annunciato la rimozione dal sistema SWIFT di tutte le banche russe già colpite dalle sanzioni, impedendo loro di trasferire fondi ed eseguire transazioni verso le altre istituzioni finanziarie in tutto il mondo.
Contestualmente, sempre in risposta all’operazione della Federazione Russa in Ucraina, l’Unione Europea aveva imposto il divieto a qualsiasi aereo di provenienza russa di atterrare, decollare o volare sopra il territorio europeo, oltre che a bandire la fornitura di componenti e pezzi di ricambio per gli aeromobili civili alla Russia.
Inoltre, l'UE aveva vietato le operazioni legate alla gestione delle riserve e dei beni della Banca centrale russa, ed era stato chiarito che gli stati dell'UE avrebbero potuto condurre transazioni con quest'ultima solo se "strettamente necessario" al mantenimento della stabilità finanziaria.
Il capo della diplomazia dell'UE Josep Borrell ha affermato che circa la metà delle riserve finanziarie della Banca centrale della Federazione Russa sarà congelata grazie alle nuove sanzioni dell'UE.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала