Johnson e Zelensky: "d'accordo con la necessità" di proseguire con le sanzioni contro la Russia

Boris Johnson - Sputnik Italia, 1920, 02.03.2022
Seguici suTelegram
Il primo ministro britannico, Boris Johnson, e il presidente ucraino, Vladimir Zelensky, hanno convenuto sulla necessità di proseguire con le sanzioni contro la Russia, alla luce dell'operazione militare in Ucraina, ha riferito Downing Street in una nota sugli esiti dei colloqui tra le parti.

"Entrambi i leader hanno convenuto sulla necessità che le sanzioni vadano oltre, per esercitare la massima pressione sul presidente Putin nei prossimi giorni", si legge nel documento.

Inoltre, Johnson ha comunicato a Zelensky che il Regno Unito oggi sta convocando i membri dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite per "assicurare la più forte condanna possibile alla Russia all'odierna riunione delle Nazioni Unite a New York".
La mattina del 24 febbraio il presidente Vladimir Putin ha ordinato un'operazione speciale in Ucraina, descrivendola come un passo necessario per intervenire nelle Repubbliche Popolari del Donbass, che stavano affrontando un "genocidio" e le atrocità commesse dal governo nazionalista a Kiev.
Il ministero della Difesa russo ha sottolineato che le forze russe non stanno prendendo di mira le città o le infrastrutture sociali delle guarnigioni militari ucraine, al fine di evitare vittime tra i militari e i membri delle loro famiglie che lì risiedono, e ha ordinato di trattare il personale militare delle forze armate ucraine "con rispetto".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала