Donbass, forze di LPR scoprono mine ucraine vietate dalla Convenzione di Ottawa - video

CC0 / Sergeev Pavel / Le mine antiuomo sovietiche OZM-72
Le mine antiuomo sovietiche OZM-72 - Sputnik Italia, 1920, 02.03.2022
Seguici suTelegram
Il servizio stampa della Repubblica Popolare di Lugansk (LPR) ha riferito di aver trovato nelle zone precedentemente controllate dai militari ucraini mine bandite dalla Convenzione di Ottawa, rettificata da Kiev.
In una zona abbandonata delle truppe ucraine sono state trovate mine antiuomo OZM. E' un'arma ad azione non selettiva, ha spiegato il portavoce di LPR. Quando viene attivato il detonatore, la testata di una tale mina si lancia a un'altezza di circa 0,8 metri e colpisce le persone con l'aiuto di 2,4 mila elementi d'acciaio, ha aggiunto.
Commentando la scoperta un portavoce della LPR ha definito crimine di guerra l'uso di tali mine.
Il canale Telegram di RIA Novosti ha pubblicato il video raffiguranti queste mine.
La Russia ha lanciato un'operazione militare in Ucraina la mattina presto del 24 febbraio. Il presidente Vladimir Putin ha dichiarato che l'obiettivo dell'operazione è "la protezione delle persone che sono state sottoposte a violenze e genocidio da parte del regime di Kiev per otto anni". Per questo motivo, ha detto, si prevede di effettuare una "smilitarizzazione e denazificazione dell'Ucraina", per assicurare alla giustizia tutti i criminali di guerra responsabili di "crimini sanguinari contro i civili" nel Donbass.
Il ministero della Difesa della Federazione Russa ha sottolineato che le forze armate attaccano solo le infrastrutture militari e le truppe ucraine, nulla minaccia la popolazione civile. Con il supporto delle forze armate della Federazione Russa, i gruppi della DPR e LPR proseguono con l'avanzata. Tuttavia, non è prevista l'occupazione dell'Ucraina, ha sottolineato il presidente russo.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала