Ucraina, Di Maio punta il dito contro Putin: "Sanzioni più severe per isolare la Russia"

© SputnikLuigi di Maio e Sergey Lavrov
Luigi di Maio e Sergey Lavrov - Sputnik Italia, 1920, 01.03.2022
Seguici suTelegram
Il ministro degli Esteri ha espresso l'intenzione di continuare a lavorare per una soluzione diplomatica ma, allo stesso tempo raggiungere l'obiettivo di isolare la Russia con ulteriori sanzioni.
"Mentre si tengono negoziati, il governo russo continua a bombardare civili inermi e senza colpe". Lo ha detto il ministro degli Esteri italiano, Luigi Di Maio, che in un post di Facebook attacca il presidente della Federazione Russa: "Il responsabile di tutto ciò è Vladimir Putin".
Il capo della diplomazia italiana accusa la Russia di "violare brutalmente" il diritto internazionale, bombardando con il suo esercito la città di Kharkiv "senza fare distinzione tra obiettivi militari e civili".
"Stanno morendo tanti cittadini europei, strappati alla vita da una guerra che non può farci girare dall’altro lato", afferma.
Di Maio ribadisce la volontà di continuare lavorare a una soluzione pacifica e allo stesso tempo, raggiungere l'obiettivo di isolare la Russia con sanzioni sempre più severe.
"Nelle scorse ore - fa sapere - ho sentito il mio omologo ucraino Dmytro Kuleba per fare il punto sullo stato dei tavoli di negoziazione con i russi e per esprimere la solidarietà dell’Italia all’eroico popolo ucraino, che continueremo a sostenere concretamente".
Le nazioni occidentali hanno aumentato la pressione delle sanzioni sulla Russia, dopo che questa ha lanciato un'operazione militare speciale in Ucraina, a seguito delle richieste di aiuto del Donbass.
Il ministero della Difesa russo ha affermato che l'operazione prende di mira solo le infrastrutture militari dell'Ucraina e che la popolazione civile non è in pericolo. Mosca afferma di non avere intenzione di occupare l'Ucraina e che lo scopo dell'operazione è salvare la popolazione civile dal genocidio e liberare le Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk, la smilitarizzazione e la denazificazione dell'Ucraina.
A causa del possibile blocco di Sputnik, consigliamo ai lettori di iscriversi al nostro canale Telegram, dove pubblicheremo le ultime notizie.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала