Sanzioni: la Norvegia ordina lo stop alla vendita di alcol russo

© FotoliaVodka
Vodka - Sputnik Italia, 1920, 01.03.2022
Seguici suTelegram
Vinmonopolet, la compagnia detentrice del monopolio per la vendita dei prodotti alcolici in Norvegia, ha deciso di interrompere la vendita di alcol russo a seguito dei recenti avvenimenti in Ucraina, ha comunicato l'AD dell’azienda Elisabeth Hunter.
“Seppur supportata dal dipartimento della salute e dei servizi sanitari, la decisione finale è stata presa dalla sola Vinmonopolet nel corso della riunione odierna del consiglio di amministrazione… riteniamo naturale una simile scelta” ha dichiarato la Hunter al canale televisivo TV2.
Lo scorso fine settimana i paesi occidentali hanno dato il via a nuovi round di sanzioni contro la Russia. Contestualmente all’operazione della Federazione Russa in Ucraina, l’Unione Europea ha imposto il divieto a qualsiasi aereo di provenienza russa di atterrare, decollare o volare sopra il territorio europeo.
Questo divieto va ad aggiungersi al bando della fornitura di componenti e pezzi di ricambio per gli aeromobili civili alla Russia.
Alla vigilia delle nuove sanzioni si è poi appreso che l'UE avrebbe vietato le operazioni relative alla gestione delle riserve e delle attività della Banca Centrale russa. Gli stati dell’UE potranno effettuare transazioni con la Banca di Russia solo se ciò sarà "strettamente necessario" per il mantenimento della stabilità finanziaria.
Il capo della diplomazia europea Josep Borrel ha detto che circa la metà delle risorse finanziarie della Banca Centrale Russa sarà congelata grazie alle nuove sanzioni dell’UE.
Inoltre, come comunicato durante il Consiglio dei ministri del governo tedesco, tutte le banche russe già bersagliate da sanzioni imposte da parte della comunità internazionale e, se necessario, ulteriori banche russe, saranno escluse dal sistema di pagamento internazionale SWIFT.
In risposta a queste restrizioni, le autorità della Federazione Russa hanno adottato diverse contromisure, partendo con l'imporre in maniera simmetrica il divieto di volo agli aerei europei attraverso tutto il territorio del paese. Il Ministero delle finanze e la Banca Centrale hanno comunicato di monitorare attentamente lo stato del mercato finanziario. Per favorire la stabilità, lunedì la Banca Centrale ha alzato il tasso chiave di interesse a un record del 20%, sospendendo anche la compravendita di azioni. Il Ministro delle finanze ha quindi ordinato agli esportatori di vendere l’80% delle entrate in valuta estera. Ancora, il Ministro delle finanze Anton Siluanov ha affermato che tutte le spese sociali del bilancio saranno soddisfatte e che, se necessario, le banche capitalizzeranno.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала