Cisgiordania, raid israeliano nel campo profughi di Jenin: uccisi due palestinesi

© AFP 2022 / Thomas CoexLa barriera tra Palestina a Gerusalemme
La barriera tra Palestina a Gerusalemme - Sputnik Italia, 1920, 01.03.2022
Seguici suTelegram
Le forze speciali israeliane hanno aperto il fuoco con proiettili veri contro i manifestanti, che protestavano contro l'irruzione nel campo profughi.
Le forze di sicurezza israeliane hanno ucciso due palestinesi durante un raid nel campo profughi di Jenin. Lo riferisce l'agenzia palestinese Wafa, citando fonti della sicurezza. Una terza persona ha riportato gravi ferite da arma da fuoco alla testa ed è ricoverata in ospedale. L'operazione è stata confermata dalle autorità militari israeliane.
Le forze speciali israeliane hanno fatto irruzione nel campo profughi per una retata. Secondo quanto riportato dall'agenzia palestinese, si sarebbero fatte strada a bordi di veicoli militare tra le case e, occupando i tetti, avrebbero aperto il fuoco contro i giovani del luogo, che protestavano contro il raid.
Gli agenti di copertura hanno ucciso l'ex prigioniero 22enne Abdullah al-Husari e ferito gravemente, con proiettili veri, all'addome e alla testa altri due palestinesi, tra cui un 18enne, deceduto poco dopo in ospedale. Una palestinese ex detenuto è stato nuovamente arrestato nella sua casa.
Durante gli scontri che ne sono seguiti, le forze speciali hanno sparato proiettili veri per disperdere decine di giovani locali che lanciavano pietre e bottiglie molotov. Tuttavia, non sono stati segnalati ulteriori feriti.
La scorsa settimana le forze israeliane hanno ucciso un ragazzino palestinese di 14 anni, affermando che stava lanciando bombe nella città di Betlemme.
A causa del possibile blocco di Sputnik, consigliamo ai lettori di iscriversi al nostro canale Telegram, dove pubblicheremo le ultime notizie.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала