Per Coldiretti i danni quantificati in Italia a causa della siccità ammontano a 1 miliardo di euro

CC BY-SA 4.0 / Lungoleno / Il Po di Volano a Ferrara, nella zona della nave
Il Po di Volano a Ferrara, nella zona della nave - Sputnik Italia, 1920, 28.02.2022
Seguici suTelegram
Allarme siccità nel Paese lanciato dalla Coldiretti. L'associazione di riferimento per il settore agroalimentare iItaliano riporta il dato di danni per un miliardo di euro. Il fiume Po è in secca, a rischio la produzione agricola.
Per la Coldiretti l'Italia ha subito un danno per la siccità che grava sul Paese già da questo inverno, quando sono state ben scarse le precipitazioni necessarie a rifornire i bacini idrici del Paese, pari ad un miliardo di euro.

"La siccità è diventata la calamità più rilevante per l'agricoltura italiana con danni stimati in media in un miliardo di euro all'anno soprattutto per le quantità e la qualità dei raccolti".

Intanto l'Onu in merito lancia un allarme per quattro categorie di rischi da ricollegare all'aumento medio delle temperature e ai cambiamenti climatici in genere:
La siccità ma anche il pericolo crescente di inondazioni, la produzione agricola in progressivo pericolo e le ondate improvvise di calore.

"Già quest'inverno vi erano stati motivi di preoccupazione: scarsissime infatti le nevicate in molte zone dell'arco alpino, con una temperatura media superiore di 0.55 gradi rispetto alla media lungo la Penisola, e con picchi più alti di tre gradi nel settore del nord ovest".

Le scarse precipitazioni hanno prosciugato fiumi e laghi, segnando i minimi storici.
Al nord il fiume Po è sceso a -3,07 metri, toccando livelli più bassi che a Ferragosto.
Non stanno meglio gli altri fiumi della Penisola, dal nord al sud.
La Coldiretti registra poi le stesse anomalie anche in relazione ai grandi laghi, e ai restanti bacini idrici, i quali contano percentuali di riempimento della capienza del tenore del 10%, per il lago di Como, e del 29% per il lago Maggiore.
In pianura padana si assiste al serio rischio di vedere perse le coltivazioni dei cereali e ortaggi seminati in autunno come orzo, frumento.
Preoccupano anche le coltivazioni di foraggio destinato agli animali: va da sé che mancando l'acqua i raccolti saranno ben magri.
A rischio l'intera filiera dell'agro-alimentare italiana, insomma, che vede all'orizzonte quantificarsi ingenti perdite di produzione, e in sostanza di utili.
A causa del possibile blocco di Sputnik, consigliamo ai lettori di iscriversi al nostro canale Telegram, dove pubblicheremo le ultime notizie.
Vini toscani - Sputnik Italia, 1920, 14.02.2022
Cancer Plan, Coldiretti: "No alla guerra della Ue al vino con gli allarmi in etichetta"
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала