Crisi ucraina, per giornale americano Pentagono vuole creare canali di contatto con militari russi

CC0 / / Telefono rosso
Telefono rosso - Sputnik Italia, 1920, 28.02.2022
Seguici suTelegram
I militari russi e le forze del Donbass hanno iniziato un'operazione militare in Ucraina dopo mesi di escalation e settimane di attacchi di artiglieria, mortai e cecchini da parte delle forze governative ucraine nella zona di conflitto. In risposta l'Occidente ha colpito la Russia con nuove sanzioni e promesso oltre 1 miliardo $ di armi a Kiev.
Secondo quanto riferito, il Pentagono sta cercando di stabilire canali secondari di comunicazione con Mosca per la crisi in Ucraina.
"Ora che lo spazio aereo ucraino è conteso e viene contestato e corre proprio accanto allo spazio aereo della Nato, abbiamo comunicato ai russi che riteniamo sia necessario un canale a livello operativo ... così possiamo evitare errori di calcolo", ha raccontato a Politico un funzionario altolocato del Pentagono a conoscenza della situazione.
"Non abbiamo ricevuto alcuna risposta per un'intesa, se sono disposti a organizzare qualcosa", ha aggiunto il funzionario.
Le forze armate russe e statunitensi hanno già esperienza in contatti anti-conflitto, con una hotline di emergenza istituita nel 2015 per evitare incidenti tra i due paesi nello spazio aereo siriano.
Nuovi contatti militari sull'Ucraina permetterebbero alla Russia e agli Stati Uniti di dirsi "stiamo per agire, state alla larga", ha osservato il funzionario.
I collegamenti di comunicazione sono considerati vitali sullo sfondo degli impegni occidentali a continuare ad erogare centinaia di milioni di dollari in aiuti militari aggiuntivi, nella forma di mercenari stranieri, armi ed equipaggiamenti in Ucraina.
Le linee di contatto potrebbero essere stabilite tra il capo di stato maggiore russo Valery Gerasimov e l'omologo statunitense Mark Milley ed anche a livelli inferiori per prevenire la violazione delle "linee rosse" che dovrebbero rientrano nella giurisdizione del comandante supremo alleato per l'Europa della NATO, il generale Tod Wolters, affermano i funzionari.
Un funzionario del Pentagono ha detto a Politico che gli Stati Uniti stanno pilotando aerei di sorveglianza U2 sull'Ucraina ad alta quota per monitorare la situazione.
"Una delle cose che non vogliamo fare è provocare un conflitto direttamente con i russi".
Questi propositi sembrano essere in contrasto con la realtà sul campo. Sabato il ministero della Difesa russo ha indicato la presenza di droni strategici statunitensi RQ-4 Global Hawk e MQ9A Reaper in volo nel Mar Nero in un'area in cui 16 motovedette ucraine hanno attaccato navi da guerra russe durante l'evacuazione di 82 militari della Guardia di frontiera ucraina che si sono arresi nell'isola dei Serpenti. Il portavoce del Ministero della Difesa Igor Konashenkov ha affermato che esiste "una forte probabilità" che questi droni statunitensi abbiano diretto le unità ucraine per attaccare le navi russe.

Operazione speciale russa in Ucraina

La mattina del 24 febbraio il presidente Vladimir Putin ha ordinato un'operazione speciale in Ucraina, descrivendola come un passo necessario per intervenire nelle Repubbliche Popolari del Donbass, che stavano affrontando un "genocidio" e le atrocità commesse dal governo nazionalista a Kiev.
Il ministero della Difesa russo ha sottolineato che le forze russe non stanno prendendo di mira le città o le infrastrutture sociali dei guarnigioni militari ucraini, al fine di evitare vittime tra i militari e le loro famiglie che risiedono lì, e ha ordinato di trattare il personale militare delle forze armate ucraine "con rispetto".
A causa del possibile blocco di Sputnik, consigliamo ai lettori di iscriversi al nostro canale Telegram, dove pubblicheremo le ultime notizie.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала