Caso della coppia uccisa in barca, gli imputati tedeschi li avevano scambiati per un tronco

© Sputnik . Alexander WilfIl lago di Garda
Il lago di Garda - Sputnik Italia, 1920, 28.02.2022
Seguici suTelegram
Umberto e Greta 8 mesi fa sono morti in barca sul Lago di Garda perché due amici tedeschi ubriachi correvano a tutta velocità con il loro motoscafo in piena notte.
Il processo a carico loro è iniziato e i due, Patrick Kassen e Christian Teismann, hanno scelto la stessa linea difensiva: “Abbiamo creduto di aver urtato un tronco”.
Del resto erano ubriachi, le immagini del loro arrivo in porto lo confermano. Uno dei due lo si vede finire in mare dopo aver vistosamente barcollato sul bordo della barca.
Per l’accusa non c’è dubbio, sono loro ad avere investito lo scorso 19 giugno i due giovani che facevano un giro in barca.
I due manager tedeschi sono accusati di omicidio colposo e di omissione di soccorso.
I due tedeschi avevano cenato e bevuto sulla sponda verone se del Lago di Garda e al termine sono rientrati col motoscafo a Salò da dove provenivano.
A folle velocità a pelo d’acqua, con il loro motoscafo non li hanno visti del tutto ai fidanzati prendendoli in pieno e proseguendo per la loro rotta come nulla fosse accaduto quella notte. Ed invece Umberto e Greta finivano lì la loro vita, verranno ritrovati solo giorni dopo e solo dopo il loro ritrovamento si iniziò a capire la tragedia che si era consumata in quelle placide acque notturne del Lago di Garda.
L’intera comunità del Garda, compresa quella del lato veronese, si è costituita parte civile al processo contro i due.
A causa del possibile blocco di Sputnik, consigliamo ai lettori di iscriversi al nostro canale Telegram, dove pubblicheremo le ultime notizie.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала