Nuovo stadio di Milano, arriva lo stop su San Siro. Si guarda altrove adesso

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaLo stadio di San Siro
Lo stadio di San Siro - Sputnik Italia, 1920, 27.02.2022
Seguici suTelegram
Il nuovo stadio di Milano “s’ha da fare” oppure no? Secondo il linguaggio diplomatico, le società calcistiche si sono prese una “lunga pausa di riflessione”, che potrebbe anche voler dire non lo facciamo più.
Niente colata di nuovo cemento nell’area di San Siro, con annessi negozi, Inter e Milan hanno “congelato” la trattativa con il Comune di Milano.
Come mai questo stop che sa tanto di non lo faremo? Perché gli intoppi lungo il percorso sono tanti.
Anzitutto i ricorsi al Tar dei cittadini che di nuove colate di cemento a Milano e nel loro quartiere San Siro, proprio non ne vogliono sapere.
Poi c’è l’atteggiamento del sindaco Beppe Sala e di tutta l’amministrazione comunale che, indecisa se dare o meno l’appoggio pieno al progetto delle due squadre, sta temporeggiando molto.
La situazione di fatto è bloccata da novembre. Ma le squadre starebbero guardando al piano B, ovvero creare altrove il loro stadio privato sul modello di quello che ha la Juventus. Poiché la moda in Italia è ormai quella, ciascun club vuole il suo stadio personale e non importa il destino di quelli già presenti.
Così le aree individuate dai club Inter e Milan sarebbero tre, riporta il Corriere di Milano: Milano Sesto San Giovanni presso l’area ex Falck; terreni privati di Segrate perché tanto in Italia l’agricoltura non ci serve più; o terreni privati di San Donato.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала