Tasse non pagate in Italia: salgono i pignoramenti, ma non sono evasori fiscali

CC0 / Pixabay / Tasse
Tasse - Sputnik Italia, 1920, 26.02.2022
Seguici suTelegram
L’Agenzia delle Entrate sta assistendo ad un aumentato numero di casi in cui le persone non pagano le tasse, e da lì scattano i dinieghi alle dilazioni e anche i pignoramenti.
In un caso, un signore si è visto da una parte negato il dilazionamento dall’Agenzia e e dall'altra recapitare, nello stesso giorno, la lettera con cui gli veniva pignorata la pensione.
A dirlo è l’associazione dei consumatori Udicon dell’Emilia-Romagna all’agenzia di stampa Dire.
Secondo l’unione di consumatori, “non è corretto in questo momento aggredire i patrimoni dei cittadini che non sono evasori fiscali, sono persone che non sono riuscite a pagare le tasse, perché la pandemia ha morso tanti settori”, ha affermato il presidente di Udicon Vincenzo Paldino, parlando con l’agenzia Dire.
Da qui la richiesta di consentire a questi cittadini di mettersi in regola.
Ricordiamo che da marzo 2020 a settembre 2021 il governo italiano aveva sospeso la riscossione delle cartelle esattoriali e dei pagamenti arretrati, fermando tutte le procedure in essere da parte dell’Agenzia delle Entrate nei confronti dei contribuenti.
Ma ora nessun decreto legge o Dpcm blocca più l’erario dal chiedere quanto dovuto, tuttavia molti non sono usciti dalle secche della pandemia economica e non hanno la possibilità di pagare le tasse.
In molti, del resto, anche tra camerieri, ristoratori ed estetiste, sono costretti a rivolgersi ai centri Caritas.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала