Sanzioni contro la Russia, quanto costeranno all’Italia?

Unione Europea - Sputnik Italia, 1920, 26.02.2022
Seguici suTelegram
Approfondimento
L’Unione europea sta studiando un pacchetto di sanzioni dopo l’altro contro Mosca in seguito all’escalation in Ucraina. Al momento il settore assente nelle misure restrittive è il gas, molti Paesi UE frenano anche sull’ipotesi di escludere la Russia dal sistema swift.
Come impatteranno le sanzioni antirusse sull’economia italiana?
Se per il momento il gas, così come il nodo swift, sembrano esclusi dalle misure restrittive contro Mosca, sono svariati i settori produttivi italiani che subiranno delle perdite a causa delle nuove sanzioni antirusse e delle possibili contro-sanzioni da parte del Cremlino.
Con l’escalation in atto potrebbe contrarsi notevolmente il volume d’affari e l’interscambio fra Italia e Russia. Una situazione che andrebbe a colpire settori già in difficoltà a causa della crisi pandemica. I costi dell’energia in seguito al conflitto in Ucraina non faranno che lievitare. Si prospetta una guerra economica senza precedenti? “Se la Russia ci da il gas in qualche modo lo dobbiamo pur pagare, come facciamo ad escludere un nostro partner dal sistema dei pagamenti quando è in corso un rapporto di interscambio?”, ha affermato in un’intervista a Sputnik Italia Luigi Pandolfi, giornalista, esperto di economia.
- In risposta al conflitto russo-ucraino l’Unione Europea sta varando pacchetti di sanzioni mai visti prima contro la Russia. Luigi Pandolfi, come commenterebbe queste nuove misure restrittive?
- Con l’inizio dell’operazione della Russia in Ucraina alcune situazioni sono difficili da interpretare, a cominciare dai provvedimenti che l’Unione Europea ha annunciato. Se ci riferiamo al pacchetto di sanzioni che il consiglio europeo ha adottato inizialmente sembravano delle misure che avevano mediaticamente un carattere roboante, ma che in realtà erano meno insidiose di quello che si potesse pensare. Fra queste misure si faceva riferimento all’accesso della Russia al mercato dei capitali, al blocco dell’import-export con il Donbass e a una serie di misure che riguardano singole personalità o uomini d’affari della Russia. Nel pacchetto non è stato considerato il problema del gas e dell’approvvigionamento del gas per quanto riguarda l’Europa, esclusa la presa di posizione tedesca in merito alla sospensione dell’iter di certificazione del gasdotto Nord Stream 2.
Gasdotto  - Sputnik Italia, 1920, 25.02.2022
Energia, banche e materie prime: gli effetti della crisi ucraina sull'economia
Con l’escalation in atto è prevedibile che ci sia un inasprimento della situazione per quanto riguarda le sanzioni, immaginiamo in maniera simmetrica. Le conseguenze saranno valutabili prossimamente, la situazione si aggiorna di ora in ora.
- Come potrebbero impattare queste sanzioni e le possibili contro-sanzioni sull’economia italiana?
- L’Italia non è uno dei principali partner della Russia, si colloca al 14simo posto per quanto riguarda l’interscambio con la Federazione russa, tuttavia ci sono dei settori economici produttivi italiani che sono particolarmente sensibili da questo punto di vista. Mi riferisco al settore delle calzature, dell’abbigliamento, dei mobili; parliamo di settori che hanno un importante interscambio con la Russia, il quale vale circa 20 miliardi di dollari.
Fra l’altro parliamo di una situazione che ha già subito una contrazione a seguito delle precedenti sanzioni dopo i fatti di Crimea, l’export italiano verso la Russia è crollato da 11 miliardi a 7 miliardi. Con le nuove misure e con l’escalation in atto questo volume d’affari potrebbe contrarsi ulteriormente. Ci sono comparti legati ai Made in Italy che temono questa situazione, soprattutto in questo particolare momento per l’Italia e per l’Europa, segnate da una crisi pandemica la cui appendice ora è caratterizzata dall’impennata dei costi di produzione.
- L’Italia dipende dal gas russo. Con la crisi attuale che cosa rischia l’Italia da questo punto di vista?
-L’Italia sta affrontando il problema del rialzo dei prezzi, dell’inflazione e dei costi legati all’approvvigionamento energetico. Il costo delle materie prime è lievitato negli ultimi tempi ed è alla base del fenomeno inflazionistico che investe il Paese. L’Italia ha un rapporto di dipendenza importante con la Russia per quanto riguarda l’approvvigionamento di gas e di materie prime; un inasprimento della situazione potrebbe incidere ulteriormente su questa spirale che si è determinata da un po’di tempo. A risentirne sarebbe l’economia nel suo complesso.
Il presidente USA Donald Trump - Sputnik Italia, 1920, 04.07.2019
Le sanzioni funzionano meglio quando non ci sono affatto
L’inflazione che stiamo registrando non è dovuta all’aumento della domanda interna, è un’inflazione da costi che a sua volta è legata principalmente all’approvvigionamento di materie prime ed è legata al costo dei beni energetici. Il governo ha provato a correrei ai ripari per quanto riguarda il caro bollette attraverso una misura emergenziale per calmierare i prezzi delle utenze, però questo non sarà sufficiente. Il rischio è che ci sia un’escalation anche in questo settore, una tendenza rialzista.
- Da Kiev invece l’Italia importava il grano. Anche il settore agroalimentare rischia grandi perdite?
-Per quanto riguarda l’Ucraina il volume di export italiano non è paragonabile a quello con la Russia, parliamo di 2-3 miliardi, è legato molto all’approvvigionamento di beni alimentari. Torna il discorso sui prezzi e sull’inflazione. Tutta la situazione nel suo complesso può determinare problemi alla nostra economia.
- Le sanzioni non sono una novità, durano da anni. Vista l’escalation in atto possiamo dire che si prospetta una vera e propria guerra economica senza precedenti fra Russia e Occidente?
- La Russia è importante per l’economia europea, soprattutto per quanto riguarda le materie prime. Non parlerei di guerra economica in senso stretto. Fino a quando l’economia europea e quella mondiale gireranno grazie al gas e al petrolio la Russia avrà un ruolo importante. Immagino che sullo sfondo di questa contesa ci siano questioni economiche che vanno al di là della geopolitica: penso al raddoppio di Nord Stream 2 per esempio che chiama in causa una sorta di rapporto esclusivo con la Russia per quanto riguarda l’approvvigionamento di gas.
Teniamo conto che gli Stati Uniti fino a poco tempo fa rischiavano di diventare un Paese importatore di gas, dopo attraverso il sistema del bombardamento idraulico delle rocce è diventato un Paese con una grande disponibilità di gas, in grado anche di esportare. Non mi stupisce da questo punto di vista che proprio il raddoppio del gasdotto il quale garantirebbe un surplus di gas dell’ordine di 55 milioni di metri cubi sia entrato nel mirino di questa contesa. Gli Stati Uniti anche recentemente hanno fatto riferimento ad esso come ad una delle situazioni da prendere in considerazione per quanto riguarda le sanzioni alla Russia.
Итальянский политик Маттео Сальвини во время голосования на президентских выборах в Италии  - Sputnik Italia, 1920, 25.02.2022
Salvini, sulle sanzioni UE alla Russia, chiede che non colpiscano l'Italia: serve dl urgente
Si profila uno scenario nel quale anche la Russia può avere i suoi problemi e subire ripercussioni. Se ci fermiamo alle sanzioni annunciate per il momento la Russia potrebbe avere problemi relativamente leggeri. Sarebbe difficile immaginare un contraccolpo davvero insidioso nel momento in sui si escludesse la Russia dal sistema delle transazioni swift a livello mondiale. Questo porterebbe problemi a tutti i Paesi che hanno rapporti con la Russia. Se la Russia ci da il gas in qualche modo lo dobbiamo pur pagare, come facciamo ad escludere un nostro partner dal sistema dei pagamenti quando è in corso un rapporto di interscambio? Sono cose che comunque dovranno essere verificate da qui in avanti. Le misure annunciate per il momento non saranno quelle definitive, ci sarà il bisogno di un supplemento di verifica per capire quel che potrà succedere in futuro.
L'opinione dell'autore potrebbe non riflettere la posizione della redazione
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала