Rimini, manifestazione sulla guerra: zittito chi cerca di spiegare le ragioni della Russia

© Foto : Marco Merlini CGILPartecipanti a una manifestazione della CGIL
Partecipanti a una manifestazione della  CGIL  - Sputnik Italia, 1920, 26.02.2022
Seguici suTelegram
Increscioso episodio di censura avvenuto questa mattina in occasione di una manifestazione sul tema della guerra in corso in Ucraina. Si presenta sul palco un esponente del Pci, che parte da una disgressione sulle ragioni della guerra, ma viene brutalmente zittito da cittadini ucraini presenti al comizio.
Questa mattina, alla manifestazione contro l'operazione russa in corso in Ucraina all'Arco di Augusto, a Rimini, un esponente del Pci ha preso la parola, iniziando con una disgressione in chiave anti-americana e citando, tra le altre cose, il nazionalismo ucraino e i gruppi paramilitari di Kiev; un gruppo di ucraini presenti, però, ha bloccato il dibattito con grida sul tono "non è vero", e altro, costringendo l'esponente del Pci ad interrompere il proprio intervento.
L'uomo era lì egli stesso per manifestare contro la guerra, si noti bene, ma ricostruendone le ragioni anche da un altro punto di vista. È stato però zittito.
Alla manifestazione erano presenti cittadini ucraini ed esponenti del Pci, del Psi, del Pd, di Emergency, della Cgil e di Rifondazione Comunista.
La manifestazione era stata annunciata con enfasi da Cigil-comitato locale e Anpi, con il seguente annuncio:
"La CGIL e il Comitato provinciale ANPI di Rimini condannano l’aggressione militare russa, chiedono uno stop immediato delle ostilità e invitano a partecipare al Presidio per la Pace che si terrà Sabato 26 febbraio 2022 a Rimini presso l’Arco d’Augusto, a partire dalle 10.30".
Il riferimento nell'annuncio della manifestazione, d'obbligo, è alla Costituzione italiana e all'articolo 11, che recita:
“L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.”
Conferenza stampa del Presidente Draghi - Sputnik Italia, 1920, 26.02.2022
Ucraina, Draghi a Zelensky: Italia sosterrà sanzioni alla Russia sullo SWIFT
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала