Pfizer di Catania, sindacati: "Nessuna proposta concreta" sui licenziamenti in vista

© Clara StatelloPfizer Catania
Pfizer Catania - Sputnik Italia, 1920, 26.02.2022
Seguici suTelegram
Fumata nera tra le parti: nessun accordo in vista dopo il secondo incontro con a tema i licenziamenti dei lavoratori Pfizer dello stabilimento di Catania.
I sindacati di categoria, tramite comunicato congiunto, fanno sapere che non si è ancora arrivati ad un accordo in merito alla vicenda dei 130 lavoratori della Pfizer di Catania.
"Nessuna proposta concreta, si ritorna subito al tavolo di crisi", fanno sapere i sindacati.
A questo secondo appuntamento sulla procedura di licenziamento, già avviata per i 130 lavoratori Pfizer, non si è ancora aperto uno spiraglio nelle trattative in corso per trovare una soluzione.
La Cigl, insieme a Cisl, Uil e Ugl, dopo l'incontro di ieri pomeriggio nei locali della Confindustria esprime "profonda rabbia, e delusione, per l'atteggiamento ancora una volta tenuto dalla multinazionale del farmaco".
Nessun congelamento in vista, per ora, per i lavoratori dello stabilimento siciliano.
D'altronde, l'assessore regionale del Lavoro, Antonio Scavone, giusto ieri mattina aveva rinviato a "data da destinarsi" il tavolo regionale sulla crisi in corso.
"Ancora una volta Pfizer, con il suo amministratore delegato Giuseppe Campobasso, si è presentata al tavolo di confronto senza una proposta concreta, ribadendo l'insufficienza degli investimenti, ma soprattutto senza quel piano industriale che avevamo richiesto sia nel corso del primo incontro che anche in presenza dell'assessore Scavone e del prefetto Maria Carmela Librizzi, chiedendo il ritiro del procedimento di licenziamento collettivo attivato", riferiscono i sindacati.
I sindacati non si risparmiano nelle accuse nei confronti della multinazionale del comparto farmaceutico, rincalzando la dose:
"Ci spiace soltanto che questo atteggiamento, che ovviamente condanniamo, ancora una volta è stato irrispettoso nei confronti delle istituzioni di Governo e della Regione Siciliana".
Le organizzazioni di categoria ribadiscono di qui l'importanza dello sciopero generale previsto per il 4 marzo, facendo appello a tutte le istituzioni per la convocazione immediata di un tavolo di crisi, nonché l'intervento tempestivo del Ministero dello Sviluppo economico.
Hanno partecipato alla riunione indetta dai sindacati i segretari regionali Carmelo De Caudo, della UIL, Maurizio Attanasio della Cisl, Enza Meli per la Uil, i segretari di Filctem Cgil e Uiltec Uil, Mimmo D'Antone della Uil e altri.
Pfizer (CT) - Sputnik Italia, 1920, 17.02.2022
Pfizer Catania, sindacati preoccupati: “Esuberi preludio alla chiusura del sito”
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала