Kiev: trattative con Russia rifiutate perché le condizioni erano inaccettabili

© AFP 2022 / Daniel LealKiev, Ucraina
Kiev, Ucraina - Sputnik Italia, 1920, 26.02.2022
Seguici suTelegram
Aleksey Arestovich, consigliere del capo dell'ufficio del Presidente dell'Ucraina, ha affermato che Kiev si è rifiutata di negoziare con la Federazione Russa perché non era soddisfatta con le condizioni proposte.

"Ho appena saputo che l'Ucraina ha rifiutato i colloqui, perché le condizioni che la parte russa ha trasmesso tramite intermediari non sono accettabili per noi. È stato un tentativo di costringerci alla resa. Abbiamo segnalato loro che i termini di un possibile trattato di pace sono possibili sulle condizioni di Kiev e non di Mosca", ha dichiarato Arestovich al portale Strana.ua.

Il funzionario ha rifiutato di rispondere alla domanda del portale su quali fossero le condizioni proposte da Mosca.
La Russia ha lanciato un'operazione militare nell'Ucraina giovedì 24 febbraio, nelle prime ore del mattino. In un discorso televisivo ai cittadini russi, il presidente Vladimir Putin ha affermato che le circostanze "richiedono un'azione decisiva e immediata da parte nostra, le repubbliche popolari del Donbass hanno chiesto aiuto".
Il capo di stato russo ha affermato che tutta la responsabilità dello spargimento di sangue sarà sulla coscienza del regime al potere in Ucraina e ha invitato i soldati ucraini a non seguire gli ordini criminali delle autorità, deporre le armi e tornare a casa.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала