Zelensky ha proposto a Putin di avviare trattative di pace

© REUTERS / Gleb GaranichIl presidente ucraino Vladimir Zelensky
Il presidente ucraino Vladimir Zelensky - Sputnik Italia, 1920, 25.02.2022
Seguici suTelegram
Giovedì, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che Kiev aveva interrotto le relazioni diplomatiche con Mosca a causa dell'operazione speciale della Russia per smilitarizzare l'Ucraina.
Putin, in un colloquio con Xi, ha affermato che la Russia è pronta ad avviare colloqui con l'Ucraina ad alti livelli.
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha invitato il suo omologo russo, Vladimir Putin, a sedersi intorno ad un tavolo per colloqui.

"Voglio fare appello ancora una volta al presidente della Federazione Russa, […] sediamoci al tavolo delle trattative per fermare la morte delle persone", ha detto Zelensky in un videomessaggio pubblicato sul suo canale Telegram.

Questa mossa arriva il giorno dopo che Zelensky aveva annunciato che Kiev aveva interrotto le relazioni diplomatiche con Mosca.
"Questa mattina è passata alla storia, ma questa storia è assolutamente diversa per il nostro Paese e per la Russia. E abbiamo interrotto i rapporti diplomatici con la Russia", aveva detto Zelensky ieri in conferenza stampa.
Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha, nel frattempo, sottolineato che Mosca è pronta ai negoziati con Ucraina in qualsiasi momento, non appena l'esercito ucraino deporrà le armi.

"Siamo pronti ai negoziati. In qualunque momento, non appena le forze armate ucraine risponderanno alla richiesta del nostro presidente [Vladimir Putin], smetteranno di opporre resistenza, deporranno le armi. Nessuno vuole attaccarli, nessuno vuole opprimerli, che tornino dalle loro famiglie”, ha dichiarato Lavrov ai giornalisti venerdì.

La Russia ha lanciato un'operazione militare per smilitarizzare l'Ucraina la mattina presto del 24 febbraio. In un discorso televisivo, il presidente Vladimir Putin ha affermato che le circostanze richiedono "un'azione decisa e immediata" da parte della Russia a seguito della richiesta di aiuto delle repubbliche del Donbass.
Secondo Putin, tutta la responsabilità dello spargimento di sangue ricadrà sulla coscienza del regime al potere in Ucraina. Invitando poi l'esercito ucraino a non seguire gli ordini criminali di Kiev, deporre le armi e tornare a casa.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала