Gardaland, corruzione e false fatturazioni: due manager sono indagati

© Depositphotos / Giuseppe AnelloМашина финансовой гвардии Италии
Машина финансовой гвардии Италии - Sputnik Italia, 1920, 25.02.2022
Seguici suTelegram
A Gardaland due dirigenti sono sulle montagne russe dei guai giudiziari, il parco divertimenti di Castelnuovo del Garda vede il suo direttore generale Danilo Santi e il direttore tecnico Francesco Alessandro Giannotta, indagati per false fatturazioni e corruzione tra privati.
L’inchiesta sarebbe nata dalle denunce presentate da due ditte che lavorano all’interno del parco divertimento Gardaland e per Gardaland Resort, l’albergo annesso alla struttura.
Il giro di corruzione avrebbe portato all’emissione di fatture false per lavori e servizi effettuati all’interno del parco, riporta l'Ansa.
Secondo gli investigatori, i due manager potrebbero aver fatto “la cresta” sugli appalti intascando personalmente somme non dovute.
Alle imprese sarebbe stato chiesto di gonfiare le fattore o di emetterne di false.
I due manager facevano un po’ i padroni di Gardaland, imponendo anche tagli agli stipendi per trarne vantaggio personale ai danni dell’azienda che è di proprietà del gruppo Merlin Entertainments Limited, che in Europa gestisce altri parchi a tema, ed è secondo operatore del settore a livello mondiale.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала