Cremlino: ucraini prima aperti a colloqui di pace a Minsk, poi a Varsavia ed ora scomparsi

© Sputnik . Sergey GuneevDmitry Peskov
Dmitry Peskov - Sputnik Italia, 1920, 25.02.2022
Seguici suTelegram
La Russia ha comunicato all'Ucraina il suo parere favorevole per organizzare i negoziati, ha riferito il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.
Secondo lui, la parte ucraina ha dichiarato di riconsiderare l'idea di tenere colloqui con la Russia a Minsk, di aver scelto Varsavia, dopodiché è scomparsa.
Il portavoce del Cremlino ha aggiunto che la pausa delle riflessioni di Kiev sui negoziati è accompagnata dal dispiegamento di lanciarazzi nelle zone residenziali delle città, anche a Kiev.
Il presidente ucraino Vladimir Zelensky - Sputnik Italia, 1920, 25.02.2022
Zelensky ha proposto a Putin di avviare trattative di pace
In precedenza la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha affermato che i lavori per l'organizzazione dei negoziati con Kiev a Minsk possono iniziare in qualsiasi momento, ma è necessaria la disponibilità da parte dell'Ucraina.
La mattina del 24 febbraio il presidente Vladimir Putin ha ordinato un'operazione speciale in Ucraina, descrivendola come un passo necessario per intervenire nelle Repubbliche Popolari del Donbass, che stavano affrontando un "genocidio" e le atrocità commesse dal governo nazionalista a Kiev.
Il ministero della Difesa russo ha sottolineato che le forze russe non stanno prendendo di mira le città o le infrastrutture sociali dei guarnigioni militari ucraini, al fine di evitare vittime tra i militari e le loro famiglie che risiedono lì, e ha ordinato di trattare il personale militare delle forze armate ucraine "con rispetto".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала