Erdogan spiega in quale situazione la Turchia è pronta usare gli S-400 russi

© Sputnik . Valeriy Melnikov S-400 Triumph
S-400 Triumph - Sputnik Italia, 1920, 24.02.2022
Seguici suTelegram
Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan nota i tentativi di crear polemica sull'acquisizione da parte della Turchia degli S-400 russi e ha sottolineato che i sistemi di difesa antiaerea sono in attesa in un luogo apposito e saranno impiegati in caso di attacco missilistico contro il Paese.
Russia e Turchia hanno firmato un contratto per la fornitura di quattro battaglioni di sistemi di difesa aerea S-400 del valore di circa 2,2 miliardi di euro nel 2017 e le consegne alla Turchia sono state effettuate nell'estate e nell'autunno del 2019.
Il contratto includeva un'opzione per l'acquisto di ulteriori sistemi e, a fine agosto 2021, Erdogan ha affermato di non avere dubbi sull'acquisto del secondo reggimento di S-400 dalla Russia.

"Notiamo un tentativo di creare polemiche sugli S-400 acquistati in base alla necessità di avere un sistema di difesa aerea a lungo raggio in una regione in cui l'incertezza e le minacce non sono mai diminuite. Innanzitutto, il punto più importante da considerare e comprendere bene è questo: quella della difesa e della sicurezza è una questione che dovrebbe essere tenuta fuori dalla politica quotidiana e riguarda 84 milioni di persone, ovvero i residenti del nostro Paese", ha dichiarato il capo di stato turco ai giornalisti, sul volo di ritorno dal suo viaggio in Africa.

A suo avviso, "in particolare, la crisi russo-ucraina conferma la necessità di queste armi".
"Abbiamo ripetutamente sottolineato, a tutti i livelli, che l'S-400 è un sistema di armamento difensivo e che l'acquisizione di questo sistema non è una scelta, ma una necessità. Anche il nostro ministro della Difesa nazionale ha detto a tutti, in modo chiaro e trasparente, che se non si presenta un attacco o una minaccia, questo è un sistema che non danneggia nessuno. La nostra priorità è la sicurezza del nostro Paese, 84 milioni di persone", ha affermato il presidente turco.

"Se qualcuno attacca il nostro Paese con un missile, il sistema verrà impiegato. Si dice anche che gli S-400 stanno aspettando nelle aviorimesse. Gli S-400 stanno aspettando dove devono aspettare. Naturalmente, queste sono questioni confidenziali. Noi sappiamo che sono stati completati tutti i preparativi necessari per l'uso di questo sistema, se necessario, e che il processo sta andando come deve", ha concluso.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала