Covid, Ema dà il via libera al vaccino Moderna per i bambini 6-11 anni

© AP Photo / Ted S. WarrenLe sperimentazioni del vaccino Moderna
Le sperimentazioni del vaccino Moderna - Sputnik Italia, 1920, 24.02.2022
Seguici suTelegram
Il CHMP di Ema raccomanda di concedere l'estensione di Spikevax dopo aver espresso una valutazione rischio/benefici favorevole. La raccomandazione sarà inviata alla Commissione europea per la decisione finale.
L'Agenzia europea del Farmaco (Ema) dà il via libera al vaccino anti- Covid di Moderna per i bambini da 6-11 anni. Il comitato per i medicinali per uso umano dell'EMA ( CHMP ) ha raccomandato di concedere l'estensione dello Spikevac per questa fascia d'età. Il vaccino è già stato approvato per l'uso negli adulti e nei minori con più di 12 anni.
Per i più piccoli è prevista la somministrazione di metà dose rispetto ai 100 µg utilizzata nelle persone di età pari o superiore a 12 anni. Come nelle altre fasce d'età, il vaccino viene iniettato nelle fasce intramuscolo della parte superiore del braccio con due iniezioni a distanza di 4 settimane l'una dall'altra.
Uno studio principale su bambini di età compresa tra 6 e 11 anni ha mostrato una risposta immunitaria alla dose più bassa di Spikevax (50 μg) paragonabile a quella osservata con la dose più alta (100 μg) nelle persone di età compresa tra 18 e 25 anni, misurata dal livello di anticorpi contro SARS-CoV-2.
Gli effetti collaterali sugli under 12 sono simili a quelli rilevati nelle fasce d'età superiori e comprendono. I più comuni sono dolore, arrossamento e gonfiore nel sito di iniezione, stanchezza, mal di testa, brividi, nausea, vomito, linfonodi ingrossati o dolenti sotto il braccio, febbre e dolori muscolari e articolari. Generalmente si tratta di effetti lievi o moderati che migliorano entro pochi giorni dalla vaccinazione.
Ema assicura che l'evidenza indica un'efficacia e sicurezza del vaccino Moderna sui bambini tra 6-11 anni del tutto simili a quelle riscontrate negli adulti. Il Chpm ritiene pertanto che i benefici di Spikevax superiori ai rischi anche in questa fascia d'età, in particolare per i bimbi fragili più esporti a forme severe di Covid-19.
Il CHMP invierà ora la sua raccomandazione alla Commissione Europea, che emetterà una decisione finale.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала