Apple: pubblicità ingannevole, confermata maximulta dell’Antitrust

© Sputnik . Eugeny Biyatov / Vai alla galleria fotograficaIphone, Apple
Iphone, Apple - Sputnik Italia, 1920, 24.02.2022
Seguici suTelegram
Confermata, con sentenza del Tar del Lazio, la maximulta da 10 milioni di euro inflitta dall'Antitrust alla società di Cupertino nel novembre del 2000.
E’ stata confermata, con sentenza del Tar del Lazio che ha respinto i due ricorsi presentati da Apple Italia e da Apple Distribution International, la maximulta da 10 milioni di euro inflitta dall'Antitrust alla società di Cupertino, nel novembre del 2000.
Il provvedimento sanzionatorio venne emesso a seguito di due pratiche commerciali ritenute scorrette: la diffusione di messaggi promozionali non veritieri volti ad esaltare le caratteristiche di resistenza all’acqua di alcuni modelli di iPhone, ed il rifiuto, da parte della società americana, di prestare assistenza in garanzia ai consumatori che ne facevano richiesta a causa dei danni derivanti dalla penetrazione di liquidi nei dispositivi.
Rigettati dunque i due ricorsi di Apple, nel primo caso è stato infatti confermato l’utilizzo di una campagna pubblicitaria scorretta che veicolava una caratteristica d'impermeabilità degli smartphone "che invero non risulta veritiera" e per il secondo, i giudici hanno: “ravvisato un ostacolo all'esercizio dei diritti spettanti ai consumatori, causato da un complessivo atteggiamento messo in essere dal professionista al momento della richiesta di assistenza, proprio laddove gli obblighi gravanti sul venditore avrebbe imposto alle ricorrenti una condotta maggiormente diligente, tale da consentire al consumatore di esercitare i propri diritti in maniera più agevole e sulla base di previsioni meno ambigue".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала