Sanzioni, Mosca assicura: "Risposta alle sanzioni americane forte e dolorosa per Washington"

© Sputnik . Natalia Seliverstova / Vai alla galleria fotograficaCremlino di Mosca
Cremlino di Mosca - Sputnik Italia, 1920, 23.02.2022
Seguici suTelegram
Gli Stati Uniti hanno annunciato nuove sanzioni contro la Russia dopo che il presidente Vladimir Putin lunedì aveva riconosciuto le Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk nel Donbass.
"Non dovrebbero esserci dubbi: le sanzioni si tradurranno in una risposta forte, non necessariamente simmetrica, ma ben calcolata e dolorosa per la parte americana", si legge in una nota del ministero degli Esteri.
Mosca ha anche sottolineato che la politica sanzionatoria americana è controproducente, ed è diventata anche un riflesso condizionato per Washington.

"La Russia ha dimostrato che, nonostante tutti i costi, è in grado di ridurre al minimo i danni. E ancor di più, la pressione delle sanzioni non può intaccare la nostra determinazione a difendere i nostri interessi", si legge nel comunicato, osservando che questo pacchetto di sanzioni anti-russe (101) non raggiungerà il suo obiettivo.

Questa dichiarazione arriva in risposta alle sanzioni imposte da Washington martedì. Queste restrizioni prendono di mira il debito sovrano russo, così come diverse banche e persone e sono state poste in essere dopo che Mosca ha riconosciuto ufficialmente le due repubbliche del Donbass, la DPR e la LPR, come stati indipendenti.
Il presidente russo Vladimir Putin lunedì, dopo che i leader di entrambe le repubbliche hanno fatto appello a Mosca, ha firmato un decreto esortando le forze ucraine a fermare l'escalation nella regione.
La decisione è arrivata la scorsa settimana quando le forze ucraine hanno aumentato i loro attacchi alle repubbliche del Donbass, costringendo decine di migliaia di civili a fuggire nella regione russa di Rostov. Numerosi bombardamenti contro Donetsk e Lugansk sono stati confermati dalla missione di monitoraggio dell'OSCE nel Donbass.
Tuttavia, gli Stati Uniti hanno affermato che gli attacchi erano falsi e parte di una provocazione pianificata da Mosca per giustificare "l'intervento in Ucraina", cosa di cui la Russia è stata accusata dall'Occidente, ma che ha negato con veemenza.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала