Ruby ter, i doni del Cavaliere alla cantante: casa da quasi 2 milioni di euro

© AP Photo / Gregorio BorgiaSilvio Berlusconi
Silvio Berlusconi - Sputnik Italia, 1920, 23.02.2022
Seguici suTelegram
Cristina Ravot ha raccontato di aver ricevuto un'abitazione da 1,7 milioni di euro in un condominio a Campo de' Fiori. Berlusconi, inoltre, contribuiva con un assegno mensile da 2,5mila euro alle spese condominiali.
Ha conosciuto 20 anni fa Silvio Berlusconi in Sardegna, si è esibita a Villa Certosa assieme a Mariano Apicella ed è stata presentata dai media come la fidanzata del Cavaliere. Sebbene non sia coinvolta nell'inchiesta, la cantante sassarese Cristina Ravot ha parlato del suo rapporto con il leader di Forza Italia e dei doni ricevuti davanti ai giudici del processo Ruby ter.
La teste della difesa, convocata dal legale dell'ex premier Federico Cecconi, si commuove mentre riferisce ai giudici e racconta di aver ricevuto una casa da quasi due milioni di euro al centro di Roma, come aiuto per far fronte alle difficoltà familiari.
"Io rifiutai per un anno intero - racconta la Ravot - e mi disse ‘sei una delle pochissime persone che mi dice no’", ma alla fine fu acquistato un appartamento da 1,7 milioni di euro in un condominio del Settecento a Campo de' Fiori.
"Lui ha aiutato tante persone a comprare la casa, forse perché aveva sofferto da bambino, una casa dà serenità", spiega la cantante.
Berlusconi, inoltre, contribuiva alle spese condominiali con un assegno mensile da 2.500 euro. Ha sostenuto per 10 anni le spese legali all'Agenzia dell'Entrate per togliere l'ipoteca sull'immobile. "Versava 20mila euro al mese", precisa.

Le serate a Villa Certosa

La cantante ha dichiarato di non aver mai preso un cachet per esibirsi con Apicella alle "cene molto eleganti" di Villa Certosa.
"Io inizialmente mi vergognavo e a tutt’oggi non ho mai chiesto niente: quello che mi ha regalato è stata un’iniziativa spontanea", chiarisce in aula la Ravot.
Prima del 2008 avrebbe ricevuto due bonifici da 50mila euro per queste serate da Silvio Berlusconi.

Il rapporto con Berlusconi

Cristina Ravot riferisce dei suoi guai tributari, iniziati con la comparsa del suo nome fra le carte del processo Ruby.

"La mia foto andò sui giornali come la nuova fidanzata di Berlusconi - ha aggiunto la musicista, che si è anche commossa durante la deposizione - e il mio nome fu impropriamente accostato allo scandalo Ruby, per effetto di questo non ho avuto il rinnovo di un contratto in TV", dichiara, precisando: "Anche se io non ero coinvolta e l'accanimento è partito da lì".

Sulla possibile relazione sentimentale con il Cavaliere non dà conferme, la teste si limitata a dire di avergli voluto molto bene e di un possibile corteggiamento dell'ex premier, affascinato dalla sua bellezza fisica.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала